energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Un week end di mostre da ricordare! Cultura

Fiesole (Firenze)-La Fondazione Primo Conti di Fiesole è lieta di invitarvi  venerdì 30 Novembre alle ore 16:00 all'apertura straordinaria in occasione della FESTA DELLA TOSCANA. Tutti i partecipanti potranno assistere alla lezione su Ottone Rosai e visitare il museo Conti. Non è richiesta la prenotazione, ingresso libero.
Capalle (Firenze). Nella sede Patrizia Pepe_Un luogo per l’arte, Via Gobetti7/9 zona Capalle – Firenze, venerdì 30 Novembre 2012 – h 17.30 inaugura Sanctuary di Nicola Bolla, a cura di Ronaldo Fiesoli. La sede Patrizia Pepe ospita, per vocazione, ambienti dove l’aspetto creativo rappresenta un fondamentale contributo. In questo contesto il Brand, con il passare degli anni, ha rafforzato il legame con la cultura contemporanea anche attraverso esposizionid’arte all’interno dei propri spazi. E’ in questa direzione che verrà proposta la nuova installazione di Nicola Bolla “SANCTUARY”. Tre importanti lavori dell’artista sono presentati nella hall della sede Patrizia Pepe. Due grandi ali con piume di carte, carte da gioco, che vestono uno scheletro in resina si aprono, in alto, sulla parete destra, entrando, quasi a volerla sollevare. Nel marmo chiaro del pavimento, ai piedi dello scalone rosso, circolare, un grande cerchio raccoglie terra nera e ossa, che emergono dalla “fossa”, ossa umane, in cristalli, ovviamente, Swarovsky bianchi, montati su una compatta maglia metallica, abbaglianti sul nero. Un luminoso magico suolo. Sull’altro lato della sala d’ingresso, opposto alle ali, un lavoro su carta, una tecnica mista i cui pigmenti, trattati con un particolare processo alchemico, mostrano…”reliquie”. Un “santuario”, dove la mitologia, la vanitas, il magico, ridefiniscono il luogo, restituendolo denso di significati.
Pistoia-Il 30 novembre 2012 alle ore 17.30 si inaugura a Palazzo Fabroni di Pistoia la mostra SCULTURA A DUE VOCI – LUCIANOFABRO/FERNANDO MELANI a cura di Ludovico Pratesi. Promossa e realizzata dal COMUNE DI PISTOIA/PALAZZO FABRONI con i determinanti contributi della FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PISTOIA E PESCIA e della REGIONE TOSCANA – è interamente incentrata sulla ricostruzione filologico-documentaria del rapporto tra due dei più importanti protagonisti dell’arte italiana del dopoguerra: Luciano Fabro (Torino, 1936 – Milano, 2007) e Fernando Melani (Pistoia, 1907-1985. Nella foto: Bandiera). Non solo una relazione di profonda amicizia ma soprattutto un sodalizio artistico e culturale, basato sulla discussione e lo scambio intorno a questioni fondamentali di filosofia dell’arte, che riguardano la struttura dell’opera, la sua vocazione di contenitore di senso, il rapporto tra l’arte e la natura. La rassegna si sviluppa cronologicamente nel periodo che va dall’aprile del 1967 (data del primo incontro tra i due artisti in occasione della personale di Melani alla galleria Numero di Fiamma Vigo a Milano) e il dicembre del 1980, anno della collettiva presso la galleria Vera Biondi di Firenze insieme a Renato Ranaldi. Il percorso si sviluppa pertanto intorno alla ricostruzione delle diverse occasioni espositive che hanno accomunato i due artisti, con la presenza delle opere di entrambi, corredate da un apparato fotografico e documentario originale e sostenuto filologicamente da un carteggio inedito tra i due artisti, accompagnato da una serie di testimonianze di artisti, critici, scrittori e intellettuali a loro vicini. L'esposizione riunisce un gruppo di opere dei due artisti insieme a un centinaio di fotografie d’epoca ed altro materiale documentario, proveniente dall’archivio Fabro di Milano e da casa Melani a Pistoia. Il catalogo è edito da Gli Ori.
Ad Agliana (Pistoia), sabato 1 dicembre alle ore 11, sarà inaugurata in piazza Anna Magnai, la nuova installazione di Gianni Ruffi, che è un artista che ha già maturato un bagaglio di esperienze considerevoli e di riconoscimenti internazionali. In questa opera salta agli occhi, una volta ancora, come la grande fantasia e la raffinata qualità e varietà di tecniche e materiali vengano proposte con tanta semplicità, ma anche arguta intelligenza. Mantenere freschezza e sensibilità, nelle mani come nell'animo, è il frutto di talento, passione e inesauribile fantasia.

Viareggio-La peste a Lucca. Un capolavoro di Lorenzo Viani. Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Inaugurazione: venerdì 30 novembre 2012, ore 18.30. Palazzo delle Muse. Piazza Mazzini – 55049. Sono passati 25 anni da quando La peste a Lucca, il capolavori di Lorenzo Viani del 1913 – 15, è stato esposto per l’ultima volta al pubblico. Si era a cavallo tra il 1986 ed il 1987 e il Comune di Viareggio, nel cinquantesimo anno dalla morte dell’artista, organizzò una mostra itinerante, che, oltre alla città natale di Viani, toccò Roma, Milano, Parigi e Firenze. Oggi, nell’ambito delle iniziative per valorizzare l’artista viareggino, al quale l’Amministrazione Comunale ha dedicato la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea che adesso lo ospita, l’opera torna in mostra: venerdì 30 novembre alle ore 18.30 verrà infatti inaugurata, presso la GAMC in palazzo delle Muse, l’esposizione temporanea La peste a Lucca. Un capolavoro di Lorenzo Viani, che resterà aperta al pubblico dal 1 dicembre 2012 al 30 novembre 2013. All’inaugurazione dell’esposizione, realizzata grazie a Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Salov, interverranno Domenico Mannino, Commissario Prefettizio del Comune di Viareggio, Carlo Sisi, Presidente del Museo Marino Marini di Firenze e Alessandra Belluomini Pucci, Direttore della GAMC. La peste a Lucca, proveniente da una collezione privata, sarà esposta a fianco di due opere coeve e di identico formato, Il Volto Santo (1913-1915) e la Benedizione dei morti del mare (1914), le quali, coralmente, costituiscono il compendio della rappresentazione dedicata al dolente ed epico racconto popolare. Tre tele in cui il popolo è assoluto protagonista, e se La peste a Lucca rievoca il dolore della malattia e della morte, il Volto Santo e la Benedizione dei morti del mare celebrano “le grandi liturgie marinare”, dove l’artista vuole sacralizzare, attraverso il rito e i suoi simboli cristologici, non solo il popolo viareggino, ma tutta la massa universale.

Firenze-Da venerdì 30 novembre 2012 e fino al 2 gennaio 2013 Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, ospita l’esposizione “Manierando Tarocchi”, una personale di Massimo Biondi sull’universo simbolico dei “Trionfi dei Tarocchi”. I 22 Arcani Maggiori diventano così opere d’arte: immagini le cui protagoniste sono le “mani”. Con i suoi 22 Arcani (di dimensione 70×70 cm) Massimo Biondi rappresenta il bisogno dell’uomo di interrogarsi e di svagarsi divenendo quasi opere surrealiste e metafisiche. Le immagini sono realizzate per la maggior parte in collage e pastello su carta. Accanto alle opere di Biondi si potranno ammirare preziosi mazzi di carattere storico ed esoterico, oltre ad alcuni volumi sulla storia della divinazione, messi gentilmente a disposizione dall'Associazione “Le Tarot”, il più importante organismo di ricerca storica sull'argomento a livello internazionale.

Firenze-Alla Galleria Il Ponte di via di Mezzo: inaugurazione sabato 1 dicembre, ore 18.00 della mostra artypò decollages saffa, con opere di Mimmo Rotella e Raymond Hains. Pierre Restany, nel 1960 a Milano, nella Galleria Apollinaire di Guido Le Noci, dà vita al Noveau Réalisme, all’interno del quale si delinea il gruppo dei cosiddetti affichistes: François Dufrêne (Parigi, 1930-1982), Raymond Hains (Saint Brieuc, 1926 – Parigi, 2005), Mimmo Rotella (Catanzaro, 1918 – Milano, 2006), Jacques Villeglé (Quimper, 1926). Nel 1962 la stessa Galleria Apollinaire dedica loro una mostra collettiva e nel 1963 sempre a Milano, Arturo Schwarz organizza la mostra L'affiche lacerato, elemento base della realtà urbana, presentata da Pierre Restany. Mimmo Rotella ha sempre avuto un percorso autonomo in rapporto ai francesi anche se i loro “furti”, cioè gli strappi dei manifesti dai muri delle città di Roma e Parigi, in parte collimano. Hains  e Rotella sono i due artisti che maggiormente hanno sviluppato il proprio lavoro anche in ambiti diversi rispetto al decollage, il primo preferendo un accostamento più intellettuale, astratto e con un carattere spesso fortemente politico, il secondo con un maggior approccio estetico, prediligendo le immagini pubblicitarie del cinema.  La mostra allestita a Il Ponte contempla sedici lavori dei due artisti che raccoglie un nucleo delle loro opere dagli anni Cinquanta alla fine degli anni Ottanta, quasi a ricostituirne la temperie.

Firenze-Un incanto di suggestioni liriche e oniriche, alla ricerca di un tempo perduto: quello dell’infanzia, delle lunghe villeggiature al mare, della tranquilla quotidianità e dei giardini segreti, è l’atmosfera vibrante della mostra “CECCO MARINIELLO – APERITIVO CON AFRODITE”, proposta dalla Galleria-Libreria d’Arte Babele (Firenze, via delle Belle Donne 41/r), dall’1 Dicembre 2012 all’8 Gennaio 2013. Vernissage – sabato 1 Dicembre, alle ore 17.30. Incontro con l’artista e signature du livre “Ricordi della villeggiatura” (Edizioni Nuages). Curata da Laura Accordi, la rassegna presenta diciassette dipinti a olio e due litografie, sul tema della memoria. Un raffinato incontro con l’armonia e la bellezza, dove spicca la riscoperta del mito di Anadyomene, la Venere che emerge dalle acque, in un gioco allusivo di alternanze ironiche fra passato e presente.

Firenze-Sabato 1 dicembre 2012 ore 17:00 da Frittelli arte contemporanea, incontro con Nanni Balestrini e interventi di Pier Luigi Ferro, Enrico Ghezzi, Raffaella Perna, Stefania Stefanelli, Giacomo Verde. In occasione della mostra Tristanoil, in corso alla Galleria Frittelli Arte Contemporanea di Firenze fino al 15 dicembre 2012, una serata per discutere e riflettere sull’ultimo progetto video-artistico di Nanni Balestrini. Tristanoil, “il film più lungo del mondo”, presentato durante i 100 giorni di dOCUMENTA (13), denuncia l’uso predatorio delle risorse energetiche della Terra, l’impatto devastante dei combustibili di origine fossile sull’ambiente, la speculazione economica condotta dalle lobby del petrolio. Il flusso di immagini e parole emerge da una pellicola di petrolio dorato: effetto grafico digitale che riconfigura le casuali concatenazioni visive e verbali, le rende omogenee e le omologa, evidenziandone così la stretta connessione causale.Nel corso dell’incontro saranno presentati il catalogo Tristanoil (Genova, Il Canneto Editore), con testi di Manuela Gandini, Paolo Bertetto, Giacomo Verde, Vittorio Pellegrineschi, e l’ultimo numero monografico della rivista «Resine», Materiali Immagini Parole per Nanni Balestrini.

Antella (Firenze)-Nell'ambito dei festeggiamenti per il centenario (1912-2012) dell'inaugurazione dell'arco centrale d'ingresso al Cimitero monumentale di Antella, resta aperta fino al 23 dicembre presso la sede della Venerabile Confraternita della Misericordia di Santa Maria all'Antella (Firenze), la mostra Galileo Chini all'Antella. Inediti e riscoperte (1904-1954). Un percorso nell'arte 'sacra' e umanitaria con 22 opere provenienti da varie collezioni  selezionate dal curatore prof. Piero Pacini e dalla nipote dell’artista signora Paola Chini Polidori con la collaborazione di Silvano Guerrini per le opere esistenti nel cimitero monumentale della locale Misericordia. Nell'occasione la Misericordia suddetta si è fatta editore pubblicando non solo il catalogo della mostra (80 pagine a colori con 85 illustrazioni) ma dando alle stampe anche una riedizione del volume I Chini all’Antella edito nel 2001 e da tempo esaurito, ampliato nei testi e nell’apparato illustrativo. Ne è nata una muova dettagliata monografia  intitolata Le opere dei Chini all'Antella, anch’essa curata da Silvano Guerrini. La monografia conta 76 schede di altrettante opere a soggetto religioso che fanno seguito all’apparato biografico e a quello storico-artistico del cimitero monumentale di Antella e si sviluppa su 152 pagine a colori e con circa 250 illustrazioni. chi ne ha interesse può ottenere le pubblicazioni rivolgendo richiesta alla Misericordia di Antella al dott. Alberto Biagini, tel. 055.6233426, mail:  alberto@misericordia-antella.it
Firenze-Va considerata per le finalità, di primaria importanza, l’Asta benefica che si terrà il 1° DICEMBRE 2012, alle 15.00, nella SALA DELLE REALI POSTE. Con l’edizione  di quest’anno di Arte per la Ricerca, Fiorgen conta di replicare il successo del 2011. La cittadinanza è invitata a diventare parte integrante di questa missione, donando il proprio contributo e  ricevendo in cambio una preziosa opera di uno degli artisti toscani più quotati.  Si ringraziano tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita dell’iniziativa. Tra i primi i dipendenti degli Uffizi, i volontari Fiorgen e gli sponsor AVIS Toscana e Cassa di Risparmio di Firenze.  Tra Le opere donate segnaliamo agli appassionati di contemporaneo, i lavori di: Massimo Barzagli, Giacomo Costa, Carlo Fei, Franco Menicagli, Matteo Basilè, oltre al sempre valido design di Piero Viti e alla più tradizionale ceramica di Paolo Staccioli. Le opere resteranno esposte con ingresso gratuito fino al 1 dicembre, giorno dell’Asta.

Firenze-EMBODIMENTS, s’inaugura il 30 novembre la mostra di Janice Gordon a “La Specola, Museo di Storia Naturale di Firenze .Una collezione di assemblaggi, sculture e collage dell’artista newyorkese Janice Gordon ispirata ad antichi disegni di anatomia, storia dell’arte e natura sarà inaugurata a Firenze presso “La Specola”, Sezione di Zoologia del Museo di Storia Naturale dell’Università, venerdì 30 novembre alle ore 17 (Via Romana, 17). La mostra, che resterà aperta al pubblico fino al 31 gennaio 2013, si intitola “EMBODIMENTS” (letteralmente “Incarnazioni”) ed esplora le connessioni tra arte, scienza, natura e cultura e le relazioni tra la fisica e la metafisica. La narrazione di “EMBODIMENTS” avviene nel luogo in cui l’artista americana ha trovato l’ispirazione per le sue opere, “La Specola”, famosa in tutto il mondo per le sue cere anatomiche seicentesche. Nei suoi lavori la Gordon, che ha compiuto studi di anatomia e fisiologia, mostra particolare interesse verso il cuore. Per alcune sculture che riproducono liberamente il  motore alla base della macchina umana, Gordon unisce l’uso di elementi organici, a significare la fragilità della vita, e materiali biomedici che vengono usati in sala operatoria su pazienti con patologie cardiache.

S. Giovanni V.no-Sabato 1 dicembre 2012, alle ore 17.00, in Palazzo d’Arnolfo a San Giovanni Valdarno, evento conclusivo della sesta edizione della rassegna L’evento immobile con la presentazione del catalogo che conterrà, oltre alle immagini e i testi dei curatori della mostra L’evento immobile. Apparizioni, anche le trascrizioni delle conferenze tenute nel corso del 2012 da Elio Grazioli, Enrico Panattoni, Rocco Ronchi, Paolo Bertetto, Marco Senaldi. Interverranno i curatori.  Alle ore 19.00 inaugurazione della mostra CONTEMPORARY RENAISSANCE, negli spazi espositivi di Casa Masaccio, dal 1 dicembre 2012 al 20 gennaio 2013. L’esposizione, curata da Veeranganakumari Solanki (giovane curatrice indiana, vincitrice ad Artissima del Curator Prize 2011, Illy Sustain Art), presenta i lavori di un gruppo di giovani artiste indiane Remen Chopra | Vibha Galhotra | Sonia Jose | Monali Meher realizzati durante la Residenza d’Artista (Residency In Contemporary Renaissance), appena terminata, promossa da Casa Masaccio arte contemporanea in collaborazione con MK Search Art (MKSA).  Un progetto che vuole sviluppare relazioni tra i due Paesi, promuovendo un confronto tra spazi d’arte contemporanea, giovani curatori, critici e artisti. (PB)
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »