energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Una superbrasiliana all’Isolotto Sport

L'Isolotto Calcio 5 Firenze fa arrivare in biancorosso una autentica fuoriclasse per tentare l'assalto ai piani alti della serie A donne. Dopo Maira Di Flumeri e Anna Piras arriva un'altra giocatrice dal Sinnai che lo scorso anno ha conquistato la Coppa Italia. Si tratta di un'atleta di grande spessore tecnico tattico e di capacità realizzative importanti, basti pensare ai 14 gol realizzati con la squadra sarda lo scorso anno nella sola stagione regolare: Milena Gasparini Ribeiro, classe 1983, centrale/laterale, è brasiliana di Vitoria ed arriva a Firenze con grandi motivazioni e ambizioni, proponendosi come giocatrice importante di una rosa decisamente importante e assortita.
Una carriera in Brasile con tanti titoli messi in bacheca, poi due anni in Spagna nel Burela, prima dell'esperienza altrettanto vincente lo sorso anno in Sardegna.

LE PAROLE DELLA NUOVA ARRIVATA
"Non vedo l'ora di arrivare a Firenze – le prime parole da biancorossa della giocatrice – e conoscere la squadra. Ho tanta voglia di cominciare la nuova stagione. Ho sentito parlare benissimo della qualità tecnica e umana delle persone della societa e sulla qualità di vita della città, che già adoro. Puntiamo a far bene, in un ambiente rinnovato, con tante giocatrici nuove, e questo è molto motivante. Spero di trovare subito l'affiatamento giusto ma sono assolutamente sicura che farò parte di un gruppo eccezionale, anche se le difficoltà non mancheranno: dovremmo adattarci a tante cose nuove. Per presentarmi tecnicamente, a me personalmente piace leggere tatticamente lo sviluppo delle partite ma anche aiutare le mie compagne in campo. Ho tanta disciplina difensiva, ma non disdegno di dare una mano in attacco e dare il mio contributo in fatto di gol. Cosa mi ha convinto a venire a Firenze? Mi è piaciuto tantissimo il progetto del'Isolotto, l'organizzazione e la strutturazione della società: sono cose che trasmettono tranquillità per poter dedicarsi solamente a giocare e a vivere il calcio a 5 senza altre preoccupazioni".

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »