energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Una vita Rubriche

L'acquazzone aveva battuto tutta la notte lastrico e tetti. Il cielo basso, carico d'acqua, sembrava rompersi e vuotarsi sopra la terra; e spappolarla, la terra, fonderla come zucchero. Passavano raffiche piene d'un calore pesante. Il mugliare dei ruscelli straripati empiva le strade deserte là dove le case bevevano l'umidità come spugne; l'umidità che invade gl'interni e fa sudare i muri dalla cantina al solaio.
Giovanna era appena uscita di convento; ormai liberata per sempre, pronta a cogliere tutte le gioie della vita che sognava da cosi gran tempo. Or ella temeva che suo padre esitasse a partire se il cielo non si schiariva, e interrogava l'orizzonte senza tregua, fin dal mattino.
(Traduzione: Marino Moretti)

Print Friendly, PDF & Email

Translate »