energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Unicoop, sentenza storica, salvo il “tempo tuta” dei lavoratori Breaking news, Cronaca

Firenze – La questione era diventata un tema di forte scontro: riguardava il diritto, contestato dalla parte datoriale, per i lavoratori di indossare e togliere gli indumenti di lavoro (il famoso tempo tuta) all’interno dell’orario dell’attività lavorativa.  Ma la sentenza n° 599/2018 del tribunale di Firenze, dà ragione a 30 lavoratori dipendenti della Unicoop Firenze, Cooperativa che opera nella Grande Distribuzione Organizzata, patrocinati dallo studio legale che rappresenta l’Unione Sindacale di Base. La sentenza riconosce infatti ai ricorrenti in giudizio il diritto a indossare e togliere gli indumenti durante l’orario di lavoro. Il diritto al “tempo tuta”, insomma. 

 Dunque, come scrive in una nota l’Usb Toscana che ha accompagnato i lavoratori nella vertenza, “il tribunale riconosce il diritto di far rientrare per il futuro il tempo tuta nell’orario di lavoro e riconosce per il passato 10 minuti di straordinario al giorno, accogliendo la nostra richiesta di sfondare il muro dei 5 anni di pregresso a seguito della perdita di tutele e diritti subìta dai lavoratori con l’entrata in vigore della riforma del lavoro comunemente nota come legge Fornero”.

unicoopInfatti, “l’impuntarsi” del sindacato di base sul famoso tempo tuta non era una semplice questione di principio, sebbene contemplasse anche un assunto ideale, vale a dire il conteggio del tempo necessario al lavoratore per mettere e togliere gli indumenti di lavoro all’interno dell’orario di attività. Con la sentenza in questione, infatti, dovranno essere pagati da Unicoop i tempi che, nel corso degli anni di entrata in vigore della legge, non sono stati conteggiati nello stipendio, vale a dire i 10 minuti medi che occorrono al lavoratore per cambiarsi. Nello specifico, come spiegano dall’Usb, “I 5 anni di pregresso partiranno dal 2012 anno dell’entrata in vigore della legge a ritroso fino al 2007…..quindi il tribunale riconoscerà gli arretrati dal 2007 al 2018…..ben 10 minuti al giorno di straordinario e relative maggiorazioni per 11 anni”.

 In concreto, ecco di cosa si parla: per i ricorrenti in giudizio con contratto full-time si tratta di una cifra che oscillerà tra i 5000 e i 6000 euro di arretrati. “Inoltre – prosegue la nota – il tribunale condanna Unicoop Firenze al pagamento di oltre 23000 euro per competenze professionali”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »