energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Unicoop Tirreno, Usb: “Aperture dall’azienda, per ora sciopero sospeso” Breaking news, Economia

Firenze – Trattativa serrata, ieri, fra l’Unione Sindacale di Base e Unicoop Tirreno. Il secondo incontro, conclusosi a tarda serata, continua a vedere sul tavolo di trattativa i circa 600 esuberi dichiarati dall’azienda nel primo incontro del 16 gennaio scorso, nonché l’ipotesi di stralcio della contrattazione di secondo livello. L’appuntamento di 15 giorni fa aveva indotto l’Usb a proclamare uno sciopero per l’intera giornata di venerdì 3 febbraio (domani), sciopero poi sospeso in attesa dei risultati della seconda “manche” di trattativa.

I risultati emersi dal confronto, molto duro, di ieri, sono stati giudicati sufficienti, come spiega il membro dell’esecutivo nazionale lavoro privato dell’Usb Francesco Iacovone, “per confermare la sospensione dello sciopero già proclamato”. Se infatti in primis è emersa netta la “condivisione da parte di Unicoop Tirreno dell’obiettivo di arrivare al risultato (dopo un percorso condiviso) di zero esuberi”, per raggiungere tale fine, continua Iacovone, “l’azienda ha convenuto la necessità di avviare un confronto continuo che prevederà tra le altre cose l’utilizzo di un ammortizzatore sociale conservativo e non espulsivo, operando anche su prepensionamenti e su esodi volontari di lavoratori”.

Ma non è finita qui: si registra anche “la disponibilità della cooperativa di rivedere l’intenzione di revocare  il Contratto Integrativo Aziendale”, e, aggiunge l’esponente dell’Unione Sindacale di Base, un atteggiamento di apertura al dialogo per quanto riguarda il profilo delle chiusure e cessioni di negozi. Ovviamente, aggiunge Iacovone, “anche questo aspetto ci vedrà impegnati in un monitoraggio costante per ridurne al minimo gli effetti sui lavoratori”.

Perciò, viste le aperture di Unicoop Tirreno che sono state accompagnate da “dichiarazioni d’intenti” per quanto riguarda un ritorno a una solidità di bilancio da attuarsi anche attraverso interventi sui costi dirigenziali e accessori, “ci danno la determinazione per rimanere a questo tavolo e garantire in questo modo la trasparenza, salvaguardando i lavoratori”.

Conclude Iacovone: “Manteniamo sospeso lo sciopero, pronti a mobilitarci qualora l’azienda non dovesse tenere fede agli impegni presi al tavolo. Confermiamo la nostra intenzione di incontrare il Ministro Poletti affinché si faccia garante di questo percorso”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »