energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

UniCredit porta le imprese toscane alla conquista del mercato estero Cronaca

 Per promuovere la conoscenza del “Made in Italy” all’estero, favorendo il processo di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese operanti nel settore di intimo, calzetteria e biancheria per la casa, UniCredit ha organizzato una giornata dedicata a incontri “B2B” (Business to Business), tra circa 50 imprenditori toscani del settore e 19 buyers giunti da Russia, Polonia, Turchia e Corea del Sud. La giornata di lavoro si è tenuta ieri presso l’Hotel Villa Cappugi di Pistoia alla presenza di Luca Lorenzi, Responsabile di Territorio per il Centro Nord di UniCredit e di Stefano Morandi, Presidente della Camera di Commercio di Pistoia. Nel complesso le aziende partecipanti hanno potuto effettuare oltre 300 incontri individuali grazie ai quali hanno avuto la possibilità concreta di promuovere il proprio business, intraprendere nuovi scambi commerciali e ricevere consulenza gratuita in materia di export. L’obiettivo è promuovere l’esportazione di prodotti del settore di intimo e biancheria per la casa, favorendo la conoscenza di un settore di eccellenza del “Made in Italy” e il conseguente ingresso delle aziende nostrane nei mercati dei quattro Paesi, che forniscono  ottime aspettative di penetrazione rispetto al settore merceologico prescelto e, in generale, una positiva percezione dei prodotti italiani.

“Per UniCredit organizzare eventi come questo non è un fatto episodico, ma rappresenta la concretizzazione di una mission ben precisa finalizzata a sostenere operativamente le aziende nell’accesso ai mercati esteri – ha affermato Luca Lorenzi, Responsabile Territorio Centro Nord per la Toscana di UniCredit -. In Toscana abbiamo già svolto due incontri “East Gate” per favorire la conoscenza dei mercati cinesi, russi, polacchi e turchi, mentre a Pisa in collaborazione con l’Università abbiamo attivato un piano di formazione, denominato Export Businnes School, rivolto agli operatori export delle aziende. Nel 2013 inoltre in Toscana sono previste ancora una iniziativa business to business per l'indotto del sistema Ansaldo Breda ed una per l'agroalimentare di qualità nella Toscana del Sud. A questa attività di formazione ed orientamento professionale si aggiunge il dato relativo alle imprese toscane accompagnate all’estero nei primi nove mesi dell’anno, pari a 374 aziende provenienti da tutta la regione.  Si tratta di imprese del territorio che negli ultimi sei mesi hanno avviato o intensificato il proprio business all’estero grazie ai servizi del nostro pacchetto UniCredit International”.

“Ringraziamo UniCredit per questa grande opportunità  – ha aggiunto Stefano Morandi, presidente della Camera di Commercio locale –  fornita al sistema delle aziende pistoiesi che hanno risposto con entusiasmo alla sollecitazione. In questo momento “complicato” tutte le opportunità devono essere percorse e la collaborazione tra pubblico e privato, in questo caso rappresentato dal colosso del credito UniCredit con presenza e conoscenza nei nuovi paesi dell'est europa,, può dare sicuramente i migliori risultati. Colgo l'occasione anche per ricordare che nel settore della lingerie e tessile casa la Camera di Commercio organizza a Firenze nella prossima primavera la sesta edizione di Immagine Italia, la più grande manifestazione del settore in Europa”.

Oltre ad entrare in diretto contatto con possibili acquirenti stranieri, le 50 aziende che hanno partecipato al “B2B Sistema Moda” hanno avuto la possibilità di essere seguite dai team di esperti UniCredit operanti nelle banche del Gruppo dei Paesi dell’Europa Centro Orientale ottenendo così una consulenza a 360° sugli aspetti di natura economica, merceologica, fiscale e legislativa, oltre ad un sostegno concreto all’attività di export. UniCredit, infatti, è presente con 1.001 sportelli in Polonia con Bank Pekao SA (seconda banca del Paese), con 107 in Russia con UniCredit Bank ZAO (terza banca privata del Paese), con 978 in Turchia con Yapi Kredi e con un Ufficio di Rappresentanza in Corea del Sud.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »