energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Unioncamere Toscana, natalità imprese al minimo storico Economia

Firenze – Nuove aperture di impresa, la quota scende al minimo storico. A darne notizia, Unioncamere Toscana, che raccoglie il dato dalle iscrizioni di nuove imprese ai registri delle Camere di commercio della Toscana: 5.158 nel terzo trimestre del 2014, il volume più basso dal 2010 (e in calo del 5,4% rispetto al terzo trimestre 2013). Il rapporto ‘Movimprese Toscana’ sulterzo trimestre 2014, diffuso da Unioncamere regionale, registra anche un calo sulle aperture di nuove unità locali (2168, -1,9%).

Per quanto riguarda le chiusure, nel periodo estivo se ne sono contate 4011, cui vanno ad aggiungersi 1.873 chiusure di unità locali. In aumento i fallimenti, con 191 casi negli ultimi tre mesi.

A conti fatti, le imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana sono 412.892. In dodici mesi (dal 1 ottobre 2013 al 30 settembre 2014) sono nate 26.070 nuove imprese e ne sono cessate 24.139, per un saldo anagrafico positivo di 1.931 unità (+0,5%). “Il tessuto imprenditoriale toscano si espande grazie al fatto che le iscrizioni di nuove imprese superano il numero di cessazioni – si legge nella nota diffusa da Unioncamere – tuttavia il tasso di natalità sceso al 6,3%, rappresenta il minimo storico degli ultimi 15 anni”.

“La crisi indubbiamente continua a pesare sulla vitalità del sistema produttivo regionale e questo si evince dal minimo storico delle iscrizioni ai registri camerali – commenta il vicepresidente di Unioncamere Toscana Stefano Morandi – il Governo è alle prese con la grande sfida delle riforme per rimettere in moto il Paese, ed ha la responsabilità di fare le scelte giuste per lo sviluppo. Continuiamo a ritenere che dalle scelte del Governo non solo ne va della nostra crescita, ma anche della sopravvivenza dell’economia italiana e toscana: le imprese che chiudono difficilmente potranno riaprire a fine crisi”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »