energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Università di Pisa: eletto rettore Paolo Mancarella STAMP - Università

Pisa – Paolo Mancarella è il nuovo rettore dell’Università di Pisa. Con 945 preferenze ha superato la concorrenza di Giuseppe Iannacone, che si è fermato a 571 voti. Come previsto dalla L. 241/2010, ossia dalla cosiddetta “legge Gelmini”, la carica di Paolo Mancarella, docente di Informatica, sarà di 5 anni e non sarà rinnovabile. L’incarico del nuovo magnifico pisano inizierà il 1° novembre 2016 (ossia con l’inizio del nuovo anno accademico) e terminerà nel 2022.

L’elezione del nuovo rettore pisano è avvenuta mediante modalità elettronica. L’Università di Pisa si è avvalsa dell’applicativo U-Vote realizzato da Cineca all’interno del pacchetto U-Gov e che utilizza tecniche di sicurezza informatiche tali da garantire l’anonimato e l’univocità delle votazioni. Sia nella prima votazione (2572 espressioni di voto), che nella seconda tornata elettorale (2499 votanti), le operazioni di spoglio sono state veloci e precise. E, sicuramente, un nuovo rettore proveniente dal mondo dell’informatica ne sarà stato felice.

Paolo Mancarella, infatti, è un docente ordinario di Informatica. Sposato e padre di due figli, è nato a Gallarate, in provincia di Varese, nel 1959. Laureatosi in Scienze dell’informazione nel 1982 proprio all’Università di Pisa, ha conseguito un dottorato congiunto fra Genova, Pisa ed Udine nel 1988. Dopo un periodo di studio all’Imperial College of Science di Londra, ha fatto ritorno nella città toscana ed è divenuto ricercatore. Dopo il passaggio alla docenza associata, è divenuto docente ordinario nel 2004 ed ha ricoperto numerosi incarichi di responsabilità per l’Università di Pisa. Prorettore alla Didattica dal 2010 al 2016, nella sua carriera accademica si è anche dedicato all’integrazione ed il supporto degli studenti disabili.

Esperto di linguaggi di programmazione e logica computazionale, Mancarella è da tempo figura di spicco dell’Ateneo pisano. Anche per questo il rettore uscente, Massimo Augello, ha salutato con entusiasmo il suo successore. “Desidero esprimere le mie più sentite felicitazioni al professor Paolo Mancarella, che si è sempre impegnato in maniera appassionata e concreta, contribuendo a costruire un Ateneo più forte, autorevole e di prestigio, con una visione attenta e sensibile alle esigenze di tutte le componenti della nostra comunità”, ha dichiarato.

Il successo di Mancarella è stato, in effetti, netto. I consensi nei suoi confronti hanno superato la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto. Secondo Augello questo ha dimostrato l’unità dell’Ateneo e la volontà di proseguire un progetto che ha solide basi.

“Sono molto contento dell’ampio consenso ottenuto sin dal primo turno: è segno che il nostro Ateneo è più unito di quanto alcuni non pensassero. Ci aspetta tanto lavoro per il bene dell’Ateneo, ma lo faremo tutti insieme”, ha commentato, riprendendo le parole del suo predecessore, Mancarella. Continuità nel cambiamento, dunque, per l’Università di Pisa.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »