energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Settignano, approvato il piano attuativo del complesso immobiliare di via D’Annunzio Breaking news, Cronaca

Firenze – Un complesso immobiliare in gran parte abbandonato torna a nuova vita, con destinazione 100% residenziale e con ricadute per tutto il quartiere, grazie a nuovi parcheggi e riqualificazioni di aree verdi. È la struttura di via D’Annunzio in prossimità di piazza Tommaseo a Settignano. Approvato il piano attuativo (il piano di recupero degli edifici dismessi era stato adottato a gennaio 2020), su proposta dell’assessore all’Urbanistica, il complesso, grande e articolato, sarà riorganizzato e riqualificato con l’inserimento della destinazione totalmente residenziale.

Dopo la fase di adozione e pubblicazione della delibera, sono scattati i termini per la presentazione delle osservazioni, che sono state in gran parte recepite dalla giunta comunale. Grazie agli oneri dovuti dal privato sarà possibile realizzare il parcheggio di Ponte a Mensola e grazie poi alla cessione al Comune di un’area di proprietà del privato sarà realizzato un parcheggio a Settignano contiguo all’intervento nell’ottica dei ‘parcheggi diffusi’ previsti per Settignano nel nuovo Piano operativo per garantire un servizio di parcheggio capillare ma con minore impatto. Sempre a carico del privato, sarà la riqualificazione del giardino del complesso scolastico Desiderio da Settignano con nuove attrezzature ludiche e interventi di manutenzione straordinaria. La struttura, che si trova accanto piazza Tommaseo a Settignano, vede un complesso di tre ville più un gruppo di edifici successivi per un’area totale di 5.400 metri quadrati. Per quanto riguarda il ricavo che verrà al Comune dall’operazione, come anticipato dallo stesso, si parla di circa un milione di euro.

I due parcheggi saranno realizzati dal Comune utilizzando la monetizzazione di una quota di standard urbanistici.

Il complesso immobiliare è costituito da villa Santa Maria, ampio edificio completamente dismesso dal 2008; da due edifici notificati (villa Elena attualmente non utilizzata e villa degli Angeli utilizzata solo in parte) e da una serie di edifici, realizzati nella metà degli anni sessanta come ampliamento del complesso immobiliare storico. Il complesso è stato utilizzato per lungo tempo come convento e istituto scolastico privato; attualmente è per la maggior parte dismesso. La riorganizzazione, con l’inserimento della destinazione residenziale in tutto il complesso, prevede interventi di ristrutturazione edilizia e nuova costruzione a seguito di demolizione delle porzioni incongrue. La superficie complessiva di progetto viene ridotta.

Per quanto riguarda il parcheggio di Ponte a Mensola, conterrà cento posti. Sarà realizzato nell’area all’intersezione tra via D’Annunzio e via della Torre, nei pressi delle scuole elementari e materna Diaz di via Madonna delle Grazie. La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo nell’ultima seduta su proposta dell’assessore alla mobilità.

L’area consta di circa 4.000 metri quadrati, attualmente incolta, dove su piani sfalsati, troveranno posto cento stalli per la sosta delle auto e trenta nuovi alberi ad alto fusto che, una volta arrivati a completa maturazione, garantiscano l’ombreggiatura nei mesi estivi. Inoltre visto che il terreno interessato si trova a una quota inferiore rispetto alla viabilità sul lato di via D’Annunzio sarà mantenuto il terrapieno esistente sul lato nord dell’area e trasformato in un’aiuola verde con ulteriori piante. Mentre sul lato sud e ovest saranno collocate delle siepi. Anche l’area di sosta sarà verde: oltre agli alberi infatti per le corsie e le rampe sarà utilizzato il cosiddetto “acciottolato erboso”, ovvero una pavimentazione composta da elementi in muratura dalla forma sassi posati su uno strato di graniglia e tra i quali cresce l’erba, in modo da ottimizzare l’inserimento dell’opera nella zona.

Due le corsie di ingresso (su via D’Annunzio e via della Torre) e una di uscita (su via della Torre nell’ultimo tratto verso via D’Annunzio).

Il progetto prevede inoltre la realizzazione del marciapiede in via della Torre, nel tratto tra via D’Annunzio e il parcheggio sul lato delle abitazioni (al posto di cinque posti auto recuperati nella nuova area sosta). Previsto anche un nuovo attraversamento pedonale e, a lavori ultimati, sarà realizzato un percorso protetto per i pedoni tra la scuola Diaz e il nuovo parcheggio.

L’opera sarà realizzata dall’Amministrazione utilizzando la monetizzazione di una quota degli standard urbanistici relativi al piano di recupero del complesso abbandonato di via D’Annunzio, la spesa prevista è di 754mila euro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »