energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Usb, presidio a Novoli per il minimo salariale per legge Breaking news, Cronaca

Firenze – L’Usb prende una posizione di netto favore rispetto al minimo salariale, sotto il quale è illegale lavorare, ponendosi in chiara contapposizione con l posizione dei sindacati Cgil, Cisl e Uil. “La retribuzioni orarie sono troppo basse e il potere di acquisto dei salari è in caduta libera da anni. Dal 2008 al 2017 abbiamo perso 1’8,7% dei nostri redditi – ricorda l’Usb in una nota – CNEL, ISTAT e INPS sono tutti d’accordo: in Italia sono milioni i lavoratori poveri. Andiamo a lavorare tutti i giorni e ci ritroviamo con poche centinaia di euro”.

Bassi salari che rappresentano un dramma non solo per i lavoratori e le loro famiglie, ma anche per l’economia del Paese. Infatti, va da se’ che se il salario basta a malapena per la sopravvivenza, chi comprerà le merci che vengono prodotte? …

Eppure, nonostante questo ragionamento elementare, “padroni, ditte e cooperative non si fanno tanti scruoli – dicono dall’Usb – pagano poco ed eludono i contratti, costringendoci al part-time obbligatorio e ad una interminabile fila di contratti a tempo determinato”.

La soluzione? “Una legge che stabilisca un SALARIO MINIMO sotto il quale sia ILLEGALE lavorare – concludono dall’Usb –  per permettere ad ogni lavoratore di reclamare il rispetto della retribuzione. Una legge che elimini il part-time obbligatorio e combatta l’abuso del tempo determinato”. Incomprensibile, secondo Usb, la posizione di Cgil, Cisl e Uil che “non vogliono il salario minimo per legge”, quando tanti contratti nzionali “hanno minimi salariali inferiori ai 9 euro”. Ed ecco i settori dove i lavoratori hanno un salario contrattuale minore rispetto ai nove euro prospettato dalla legge in fieri del governo: Commercio- Cooperative Sociali-Turismo- Vigilanza – Agricoltura- logistica – Imprese Metalmeccaniche – Multiservizi.

“C’è scritto nella Costituzione – concludono dall’Usb- all’art. 36, che il salario deve essere sufficiente ad assicurare un’esistenza libera e dignitosa”. Intanto, venerdì 18 giugno a partire dalle 17.30, a Firenze si terrà il presidio dell’Unione sindacale di Base presso il Centro Commerciale San Donato, via di Novoli 10.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »