energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Vaccini, raddoppiano i turni, no-stop dalle 7,30 alle 22.30 Breaking news, Cronaca

Firenze – Da domani raddoppio dei turni negli Hub vaccinali dell’Azienda USL Toscana centro con somministrazioni no-stop: mattino, pomeriggio e sera con orario continuato dalle ore 7,30 alle 22,30. Gli Hub Creaf di Prato, Mandela Forum di Firenze, “La Galleria” di Empoli e “La Cattedrale” di Pistoia resteranno aperti dunque per quindici ore al giorno.

Dal giorno di Pasqua, l’Azienda sanitaria prevede quindi un incremento dell’attività vaccinale con la somministrazione complessiva di 6.150 dosi giornaliere suddivise tra vaccino AstraZeneca e Moderna.

Si ricorda che la prima tipologia di vaccino è riservata a tutti i cittadini nati dal 1941 al 1951; forze armate e di polizia; personale scolastico e universitario, docente e non docente (purché in servizio). Il vaccino Moderna è invece destinato alle persone con gravi patologie (oncologiche, autoimmuni e con immunodeficienze primitive, con malattie neurologiche, trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche), che sono state contattate direttamente dalla struttura sanitaria. La vaccinazione a quest’ultima categoria di persone viene effettuata negli ospedali. Negli HUB il Moderna viene somministrato a coloro che risultano “fragili”. 

Prato Pegaso2 Creaf: i turni saranno di cinque ore consecutive al fine di somministrare 1.080 dosi giornaliere. In particolare l’ingresso alla struttura per la vaccinazione con Astrazeneca è previsto da via Galcianese, le persone addette all’accoglienza provvederanno a far defluire gli accessi all’interno dell’hub, in sala di attesa ( a disposizione 70 posti ). Una volta espletata la vaccinazione e trascorso  il tempo di osservazione, le persone potranno uscire da via Dossetti.

Empoli: anche nell’Hub empolese situato nell’area ospedaliera (galleria commerciale) da domani 4 aprile le vaccinazioni andranno al ritmo di 1080 al giorno con orario continuato (dalle 7,30 alle 22,30). Con l’incremento dell’attività è prevista, a breve, l’apertura di un ulteriore punto vaccinazioni nel territorio empolese, che potrà garantire un numero maggiore delle vaccinazioni.

Firenze Neleson Mandela Forum: l’Hub fiorentino garantirà dal giorno di Pasqua ben 2.700 somministrazioni giornaliere sempre con turno continuato: mattino, pomeriggio e sera.

Area Pistoiese: anche nello spazio espositivo “La Cattedrale” (via Pertini) le somministrazioni saranno di 1.080 al giorno a partire da domani e salgono a 210 quelle nell’Hub “La Filanda” presso l’ospedale di Pescia dove, invece, l’orario è dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 19.

Il potenziamento dell’attività vaccinale con l’estensione degli orari di somministrazione negli Hub aziendali è stato al momento programmato fino al prossimo 7 aprile e a quella data l’Azienda procederà con una nuova programmazione il cui obiettivo è l’incremento progressivo dell’attività.

Nella nuova organizzazione il personale addetto alla vaccinazione, alla fase di registrazione ed anamnesi è stato  aumentato. Le squadre per la somministrazione delle dosi sono composte da un medico, un infermiere ed un assistente sanitaria, con il supporto dei tecnici della prevenzione, amministrativi personale di vigilanza. Fondamentale il contributo del Volontariato che ha dato la propria disponibilità mettendo a disposizione centinaia di volontari anche nei giorni festivi. 

Per evitare assembramenti, l’Azienda raccomanda di presentarsi dieci minuti prima dell’appuntamento e di rispettare l’orario in modo da garantire una corretta organizzazione dell’attività vaccinale. Soltanto le persone che hanno difficoltà di deambulazione o soggetti fragili possono essere accompagnate all’interno della struttura.

Intanto, scatta anche l’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario. Misure urgenti in materia di vaccinazioni anti Sars-CoV-2, per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, la tutela della salute pubblica e il mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e assistenza, sono state disposte dal Governo con apposito Decreto legge 44 del primo aprile 2021.

Coloro che esercitano le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario, che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali, sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione gratuita per la prevenzione dell’infezione da Sars-CoV-2. Il decreto legge specifica, inoltre, che la “vaccinazione costituisce requisito essenziale all’esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni lavorative rese dai soggetti obbligati”, e che in caso di inosservanza sono previsti precisi provvedimenti.

Entro cinque giorni dalla data di entrata in vigore di questo decreto legge, ciascun ordine professionale territoriale competente dovrà trasmette l’elenco degli iscritti, con l’indicazione del luogo di rispettiva residenza, alla Regione (o alla provincia autonoma), in cui ha sede. Entro il medesimo termine dovranno fare altrettanto i datori di lavoro degli operatori di interesse sanitario, che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie, socio-assistenziali, pubbliche o private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali.

Per la Regione Toscana, gli elenchi devono essere trasmessi via e-mail all’indirizzo obbligo.vaccinazione@sanita.toscana.it, usando esclusivamente il formato del file excel, scaricabile da questa pagina web: https://www.regione.toscana.it/-/decretolegge44-2021.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »