energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Vaiano, inaugurata oggi la rotonda di Gabolana Notizie dalla toscana

Taglio del nastro questa mattina per la rotonda di Gabolana. Alle 11,30 il presidente della Provincia Lamberto Gestri e il sindaco di Vaiano Annalisa Marchi hanno voluto togliere loro stessi le transenne e la prima auto (nella foto) ha percorso interamente la rotonda appena completata dalla Provincia.
Gabolana. I lavori per la realizzazione della rotonda sono iniziati in concomitanza con l'apertura del cantiere del secondo lotto di ristrutturazione della SR 325, nel giugno del 2011. Nei primi mesi è stata portata a termine l'opera di sbancamento della parete a ridosso della strada regionale, per aprire lo spazio necessario alla rotonda. Ai primi di gennaio del 2012 è partita la deviazione del traffico sul tratto già pronto per permettere il completamento della rotonda, ormai realizzata per tre quarti. Nel frattempo erano già stati portati a termine una serie di interventi di tipo idraulico resisi necessari e l'aggancio alla viabilità superiore, che conduce all'abitato, concordato con il Comune di Vaiano. Il lavoro quindi è stato concluso nei tempi previsti. Nel breve periodo in cui c'è stato bisogno di mantenere la deviazione del traffico per garantire la massima sicurezza sono stati predisposti, oltre alla segnaletica, due dossi per rallentare la velocità della auto all'ingresso e all'uscita della rotatoria. Non è stata necessaria alcuna interruzione della SR 325, per tutta la durata dei lavori è però rimasto chiuso l'accesso da e per via di Sofignano.
Il cantiere si sposta. Completato l'intervento di Gabolana il cantiere si sposterà adesso verso Usella. Nelle prossime settimane però l'avanzamento dei lavori sarà poco visibile dalla strada, saranno infatti eseguite opere propedeutiche, per esempio lo spostamento dei sottoservizi (pali elettrici, tubi dell'acqua e così via), necessari agli interventi di realizzazione di due rotatorie. La prima riguarderà l'incrocio di Usella, fra la SR 325 e la via di Migliana, dove la rotonda sarà utile a rallentare la velocità dei mezzi e a regolare meglio l'incrocio. La seconda servirà a razionalizzare l'incrocio in corrispondenza del campo sportivo di Vaiano in modo da ridisegnare completamente la viabilità di accesso a Usella. A La Tignamica sarà installato un semaforo pedonale a chiamata, chiesto nel corso dell'assemblea pubblica tenutasi a Vaiano. E' previsto anche l'allargamento del collegamento della SR 325 con via dell'Apparita, realizzato sempre nell'ambito del cantiere provinciale, ma con la collaborazione del Comune di Vaiano per l'acquisizione dello spazio necessario. I progressi del cantiere, come si è accennato, non saranno sempre visibili, anche perché verranno ad esempio realizzati dei micropali e altre opere nei tratti di sottoscarpata della strada.
Secondo lotto. La rotonda di Gabolana è la 'testa' dei lavori del secondo lotto, che prevedono l'allargamento della carreggiata esistente, per adeguare l'ampiezza delle corsie di marcia e realizzare la banchina nei tratti esterni ai centri abitati. Gli interventi, per i quali la Provincia è stazione appaltante, si estendono lungo 12 chilometri da La Briglia fino a Mercatale di Vernio con investimenti per 21,5 milioni di euro. Complessivamente la ristrutturazione della strada regionale vede impegnate nei tre lotti 40-45 milioni di risorse.

Le dichiarazioni
“La sistemazione dell'incrocio di Gabolana è uno dei punti qualificanti della ristrutturazione della SR 325 prevista dal secondo lotto dei lavori, appaltato e gestito dalla Provincia di Prato che impegna circa 21 milioni di euro – ha detto Lamberto Gestri visibilmente soddisfatto – La rotonda finalmente risolve i problemi di sicurezza di un incrocio delicato e molto frequentato, anche perché ingresso ad un'area industriale”.
E proprio alla rotonda come simbolica 'porta' del valore del manifatturiero e dell'innovazione si è riferita il sindaco Annalisa Marchi parlando di “un punto nevralgico per il traffico che utilizza la SR 325. Con il secondo lotto siamo partiti davvero bene, grande sinergia con l'azienda che sta effettuando i lavori e rispetto dei tempi e delle modalità – ha aggiunto il sindaco – Adesso dobbiamo pensare all'arredo della rotonda, che dovrà segnalare l'ingresso a un'area di innovazione, una delle sedi fra l'altro di Fabbriche di energia”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »