energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Valdinievole: manutenzione di 650 km di reticolo idrico Notizie dalla toscana

Pistoia – Manutenzione ordinaria su 650 chilometri di reticolo idrico in Valdinievole, con un ruolo importante per circa 50 imprese agricole della zona, incluse le cooperative. Sono i numeri valdinievolini del Consorzio Basso Valdarno, a pochi mesi dalle elezioni che hanno sancito la profonda modifica, con semplificazione, degli enti preposti alla tutela dell’assetto idrogeologico in tutta la Toscana.

Sfalci di erba urbani e non, opere idraulico-forestali, cura dei percorsi trekking sugli argini, la manutenzione ordinaria su fiumi, torrenti e fossi gestita dal Consorzio in Valdinievole è effettuata lungo 650 chilometri, che si ottengono sommando la lunghezza dei corsi d’acqua: quanto il fiume Po che di chilometri dal Monviso al mare ne misura 652.

Nei territori valdinievolini dell’ex consorzio del Padule -spiega Maurizio Ventavoli, vicepresidente del Consorzio Basso Valdarno, imprenditore agricolo di Monsummano Terme, sostenuto da Coldiretti-, il nuovo consiglio ha già disposto e affidato lavori per circa 600 mila euro, e sono in dirittura d’arrivo ulteriori 600 mila euro. Saranno coinvolte in totale circa 50 aziende agricole locali, cooperative incluse”.

L’affidamento diretto dei lavori ad imprese agricole della zona ha un duplice vantaggio per il territorio e i cittadini tutti. “Economici e di qualità ambientale. L’azienda agricola ottimizzando l’uso di trattori e attrezzature, può garantire l’esecuzione dei lavori a costi inferiori, come da tariffario regionale -spiega Ventavoli-. Inoltre le aziende agricole del posto agiscono su fossi e fiumi che conoscono bene, ed hanno interesse a fare un’ottima manutenzione, visto che ne beneficiano loro stesse”. Manutenzione professionale e sistematica che porta vantaggi a tutti i consorziati. “Non solo le aziende agricole, anche i proprietari di immobili, che pagano, beneficiano dell’opera svolta da chi conosce e abita il territorio”.

L’affidamento diretto alle aziende agricole in Valdinievole dà buoni frutti. Un meccanismo virtuoso, per tutti.

A fronte di circa 1,2 milioni di euro ad affidamento diretto, il Consorzio Basso Valdarno nella zona affiderà lavori tramite gara per una cifra analoga, per un totale di 2,4 milioni di euro che saranno investiti in questo 2014.

La nuova vita del Consorzio sta dando buoni frutti -spiega Michela Nieri,vice presidente di Coldiretti Pistoia, imprenditrice agricola della Valdinievole-. La realtà allargata del Consorzio Basso Valdarno, che va dalla Svizzera Pesciatina al mar Tirreno di Pisa e Livorno, permette una visione del bacino idrografico nel suo complesso. Gli investimenti in sicurezza idrica in Valdinievole non mancano e non mancheranno. È interesse di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »