energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Valuterò Viviano ma posso decidere anche al di là dei problemi fisici” Sport

E' il solito Vincenzo Montella che non lascia trasparire nessun tipo di emozione e tranquillamente risponde alle domande dei giornalisti, anche a quelle più spinose e piene di insidie. La Fiorentina, domani alle 12.30 è chiamata alla vittoria tra le mura amiche dell'Artemio Franchi, contro un Siena apparso nelle ultime giornate in crisi, ma Montella rispetta l'avversario soprattutto in questo momento critico della sua squadra. La prima domanda, di prassi ormai da 3 settimane, è sulla condizione fisica di Stevan Jovetic, che finalmente tornerà ad indossare la maglia da titolare, queste le parole del tecnico viola sul talento montenegrino:  ''Si è allenato con la squadra, sta bene fisicamente, non so se ha 90 minuti: valuterò in vista del Siena quanto può dare''. La seconda domanda è già molto più insidiosa per Montella, infatti la sua squadra nelle ultime tre partite ha subito 8 reti, ma l'allenatore napoletano è bravo a glissare chiedendo ai suoi giocatori di migliorare in fase difensiva: ''La squadra ha subito pochi gol anche senza Jovetic ma non penso che i gol subiti siano frutto di errori della difesa. Dobbiamo migliorare in questo''. L'attenzione poi si sposta sul portierone viola: Emiliano Viviano, che in settimana ha avuto dei problemi all'anca, ma la domanda non è solo riferita alla condizione fisica e atletica, Vincenzo Montella manda una frecciatina chiara al suo estremo difensore, che con tutta probabilità domani non scenderà in campo:''Gli ultimi due giorni si è allenato in condizioni non ottimali perché ha un problema all'anca. Valuterò nella rifinitura cosa fare con lui ma certe decisioni si possono prendere anche al di là di certi problemi fisici…Ho parlato con lui, lo devo valutare sia per il problema all'anca sia per la tenuta psicofisica. E' molto dispiaciuto. E' normale che un titolare possa finire in panchina un giorno''. Per quanto riguarda, invece, la condizione della squadra e il lavoro settimanale svolto, queste sono le parole di Montella: ''Abbiamo avuto un allenamento con numerose presenze rispetto alla passata settimana, un allenamento che si è alzato di qualità. Nel nostro percorso la sconfitta di Roma non cambia nulla: la squadra ha convinzione e non ha intenzione di mollare. Abbiamo pagato la nostra mentalità ma andiamo avanti''. Una parola anche nei confronti dell'avversaria di domani pomeriggio, con l'areoplanino che vede una voglia di riscatto nel Siena, dopo le penalizzazioni, da non prendere alla leggera:''Le penalizzazioni possono dare stimoli maggiori perché si deve fin da subito rincorrere. Ultimamente hanno subito troppi gol. Sicuramente il Siena vorrà rialzarsi contro di noi''. Per qaunto riguarda più nel dettaglio la forma fisica dei giocatori viola, Montella rassicura: ''Non c'è stato nessun calo; nessuna squadra che abbiamo incontrato ha corso sin qui più di noi.Stiamo attraversando una fase normalissima del calcio: quando si vince si esagera sempre, così come quando si perde. E' normale che ci possano essere delle critiche''. Una parola anche sul trio di centrocampo che incanta il clacio italiano e che domani, finalmente, scenderà di nuovo in campo: ''Sono giocatori con qualità ed esperienza, che hanno senso del gol. Anche Mati sta screscendo moltissimo ultimamente sia a livello fisico che tecnico. Pizarro?E' un ragazzo sensibile, onesto e fedele. Credo che il suo modo per non pensare alle vicende esterne sia giocare a calcio; è il suo modo migliore per concentrarsi''. Sul calo a livello di prestazioni avuto da Cuadrado, Montella difende il suo giocatore ammettendo l'errore personale: ''L'ho impiegato anche male… E' un giocatore che ci dà imprevedibilità e di cui però non abbiamo un sostituto''. Per quanto riguarda la mentalità della squadra, come reagire dopo la dura sconfitta di Roma, Montella rassicura, i suoi ragazzi non deluderanno: ''Sono convinto che i ragazzi sapranno interpretare bene la partita. Abbiamo commesso qualche errore e ci abbiamo lavorato. Domani sarà il campo a dirci cosa faremo''.
Ultima battuta ancora sulla squadra ospite, Vincenzo Montella e i giocatori l'hanno studiata in settimana e devono stare attenti alle ripartenze in velocità imprevedibili degli avversari: ''E' una squadra che attacca con imprevidibilità, si difende compatta e riparte in contropiede. Dobbiamo sapere che il momento più pericoloso sarà quando saremo riversati nella loro metà campo''. Queste le parole di Vincenzo Montella apparso sereno, come al solito, durante la conferenza stampa, ma che molto probabilmente e a ragion veduta sente molto la partita di domani per iniziare magari una nuova serie positiva, come quella portata a termine domenica scorsa con la sconfitta all'Olimpico.                                                                                                             Niccolò Dainelli

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »