energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Vedute di Giovanni Luder in mostra a Palazzo Achilli Cultura

Pistoia – Si inaugura sabato 2 agosto alle 17.30, presso le sale di Palazzo Achilli a Gavinana, punto informativo centrale dell’Ecomuseo, la mostra “Alla scoperta della Montagna pistoiese nel ‘700, con le vedute di Giovanni Luder”.

La mostra, curata dalla prof.ssa Laura Cassi e dal dott. Francesco Zan dell’ Università degli studi di Firenze (Sagas – dipartimento di storia, archeologia, geografia, arte e spettacolo), vede la partecipazione di vari Enti del territorio: a partire dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, ente promotore e finanziatore; Regione Toscana, settore Musei; Provincia di Pistoia, servizio cultura; Archivio di Stato di Firenze, che ha messo a disposizione gran parte del materiale utilizzato per la realizzazione; oltre al contributo organizzativo e di personale dell’Associazione Ecomuseo della Montagna Pistoiese.

Uno sguardo retrospettivo sulla Montagna Pistoiese del ‘700, dal punto di vista del paesaggio e della vegetazione. Nel 1711, infatti, il Granduca di Toscana Cosimo III affidò a suoi delegati il compito di visitare la Montagna Pistoiese e di preparare una relazione scritta sullo stato dei boschi e sui problemi connessi ai tagli operati dalla Magona del Ferro e dalle Comunità locali. Le visite, paragonabili per certi versi ai compiti oggi svolti dal Corpo Forestale, compiute con cadenza regolare, come risulta da leggi e regolamenti dell’epoca, trovano in quell’anno un esemplare complemento nella redazione, commissionata a Giovanni Luder, di una serie di vedute prospettiche, che illustrano i territori visitati dai funzionari granducali. Il lavoro dei delegati, compiuto avvalendosi della collaborazione di soggetti esperti conoscitori delle aree montane, risulta straordinariamente valorizzato dalle 15 tavole acquarellate di Luder: le vedute, geometricamente corrette e disegnate sulla base di rilievi compiuti da vari punti panoramici, includono buona parte del territorio visitato dai funzionari e consentono una migliore comprensione delle osservazioni scritte. Le tavole sono corredate anche da una legenda, che presenta una ricca nomenclatura, associata in molti casi alla tipologia di vegetazione rappresentata graficamente.

La mostra, primo esito di un percorso di ricerca iniziato con la trascrizione di oltre 300 pagine di manoscritti e con la riproduzione delle vedute in alta risoluzione, presenta alcune immagini in grande formato abbinate a passi selezionati e foto aeree scattate con l’aiuto di mini quadricotteri, indispensabili per superare l’ostacolo frapposto dalle chiome degli alberi. Particolare attenzione è stata rivolta alla ricostruzione del punto panoramico storico utilizzato dal Luder, offrendo in tal modo al pubblico, per la prima volta, la possibilità di individuare e ritrovare i luoghi rappresentati.

La presentazione combinata di questi documenti, peraltro già parzialmente resi noti negli scritti di archivisti, geografi e storici del territorio, e l’individuazione dei punti panoramici storici offrono ulteriori spunti conoscitivi sullo stato della vegetazione e dei boschi e sulla politica gestionale di tre secoli fa, mettendo in risalto come le vedute del Luder siano ancora oggi documenti da riscoprire e interpretare.

La mostra rimarrà aperta sino al 31 ottobre, con il seguente orario: agosto, da martedì a domenica, ore 10 -12 e 16 – 19; a settembre, sabato e domenica, 16 -19; ottobre, nei giorni 11 –12 –18 – 19 (in occasione della Settimana della Cultura in Toscana) 16 – 19. Nei restanti giorni la mostra sarà aperta su prenotazione per gruppi di almeno 10 persone

Per info: Servizio Cultura Provincia di Pistoia 0573-97461; Palazzo Achilli, tel.0573638025 (in orario di apertura); numero verde 800974102; www.provincia.pistoia.it/ecomuseo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »