energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Vela: il team della Scuola Mankin ancora sul podio Notizie dalla toscana

Viareggio – Il 2019 del Club Nautico Versilia è iniziato sotto i migliori auspici e all’insegna dei giovani timonieri della Scuola Vela Valentin Mankin che hanno aperto la nuova stagione agonistica Optimist ottenendo grandi risultati nelle trasferte a Napoli e a La Spezia.

La Squadra Optimist, infatti, si è messa in grande risalto nel golfo partenopeo, dove, perfettamente organizzato dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia su delega della Federazione Italiana Vela, si è appena concluso il XXVI Trofeo Campobasso, prestigioso appuntamento internazionale riservato ai timonieri dai 9 ai 15 anni.

Ottima la prestazione del viareggino Manuel Scacciati che, grazie ad una vittoria nella seconda regata e a ottimi parziali di giornata, è salito sul podio della Categoria Cadetti (73 iscritti) aggiudicandosi la terza posizione assoluta (16 punti; 9,1,6,2,7) alle spalle di Tommaso Geiger, vincitore del Trofeo Unicef (13 punti; 3,3,10,6,1) e di Christian Andreoli (14; dns,2,5,3,4). Nella passata edizione del Trofeo Manuel si era classificato 15° su 51.

Grande prestazione anche dell’altro cadetto della Scuola Mankin, Federico Querzolo, anche lui premiato per aver vinto la terza prova e per il suo settimo posto assoluto (36; 16,10,1,27,9).

Bravi anche gli Juniores della Scuola Mankin: Margherita Pezzella (47° posto; 49,10,ufd,13,24,23), Federico Lunardi (48°; 32,6,ufd,32,26,24), Adalberto Parra (52°; 60,22,34,10,30,29), Emma Maltese (59°; 61,8,45,26,30,31), Adele Ferrarini (138°), Alessia Alfano (144°) e Chiara Mori (159°). La vittoria  negli Juniores è, invece, andata per il secondo anno consecutivo al due volte campione del mondo Marco Gradoni seguito da Tommaso Mesolella e dal lettone Martin Atilla.

Sei le prove disputate dai 170 Juniores nel suggestivo specchio acqueo antistante il lungomare di Napoli, mentre i Cadetti, a causa del vento troppo sostenuto del secondo giorno, ne hanno potuto completare solo cinque caratterizzate da un insolito freddo pungente. Nella terza ed ultima giornata, a causa del vento irregolare, è stato impossibile per entrambe le categorie svolgere le ultime regate in programma.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »