energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Venerdì 18 novembre una cena “pandemonio” al Ristorante Falterona di Stia Arezzo, My Stamp

STIA – L’arte torna a incontrare il buon cibo a Stia. Venerdì 18 novembre 2016, alle ore 20,15, il Ristorante Falterona di Piazza Tanucci 9 organizza una serata speciale che si lega alla personale “Drops of Pandemonium” di Anna Magi a cura di Marco Botti, inaugurata lo scorso 24 settembre nel noto locale casentinese.

Lo chef Leonardo Norcini presenta per l’occasione un menu dal costo fisso di 27 euro (prenotazione al numero 0575/504058, fino a esaurimento posti) che gioca con le opere dell’artista foianese nelle tematiche, nel gesto e negli incontenibili colori.

Come sempre Norcini propone una cena per rompere la normalità, in cui portate della tradizione italiana si sposano con l’innovazione, la storia incontra la fantasia e gli ingredienti, apparentemente lontani tra loro, si uniscono per dare vita a sapori nuovi e originali.

Nel corso della serata ci sarà modo di conoscere l’artista Anna Magi e l’eclettismo della sua arte, che dialoga in maniera sorprendente con il raffinato luogo che la ospita.

 

IL MENU DELLA CENA PANDEMONIO:

–          Prosecco di benvenuto

–          Insalata di avocado, mango, salmone, cipollotto e crudités

–          Cannellone di pasta fresca farcito con radicchio, salsiccia e caprini freschi

–          Manzo impanato alla milanese con camomilla e quattro salse diverse: composta di zenzero semidolce; fave di cacao; alga spirulina; cipolla e peperoncino

–          Tortino dal cuore morbido di cacao e zuppa di cioccolato bianco

 

foto-2-anna-magiLA MOSTRA:

“Drops of Pandemonium” introduce l’osservatore al complesso universo creativo dell’artista foianese Anna Magi, fatto di gestualità, libertà esecutiva e un utilizzo peculiare dei colori. In mostra alcuni lavori presentati in anteprima durante l’estate a Cortona, a cui si aggiungono pezzi inediti dell’ultimo periodo.

Nelle opere della Magi le immagini si intrecciano, scontrano, fondono e confondono. Le poliedriche forme scaturiscono e scompaiono le une nelle altre, per poi riemergere nuovamente in un vortice magmatico continuo che stordisce ed emoziona l’osservatore. Una profonda ricerca identitaria ma anche un inno all’imprevedibilità della vita, che nelle sue tante sfaccettature e contraddizioni ci pone ogni giorno di fronte all’incognito.

Il “domani non sa mai” sembrano suggerirci i dipinti in mostra, ma scoprire cosa succederà è l’avventura più eccitante del nostro effimero passaggio in questo mondo.

La mostra rimarrà esposta al Ristorante Falterona dal 24 settembre al 20 novembre 2016, negli orari di apertura del locale.

LA LOCATION:

Parola d’ordine: Qualità. In questo vocabolo si potrebbe sintetizzare la filosofia del Ristorante Falterona, una parola di cui il giovane chef Leonardo Norcini – coadiuvato da uno staff impeccabile – sembra veramente non poter fare a meno.

Materie prime scelte con cura, passione ed esperienza; un’intensa lavorazione di esse, senza mai alterarne l’autenticità dei sapori. Situato a Stia, nell’ormai famosa piazza del film “Il Ciclone”, il Ristorante Falterona si distingue per semplicità ed eleganza; un’atmosfera familiare che magicamente si trasforma in un ambiente unico e raffinato.

Grazie alla sua passione per l’arte, lo chef Leonardo dà la possibilità ai migliori artisti emergenti di poter esporre le proprie opere all’interno del suggestivo locale, rendendolo ancor di più un luogo ricercato e di stile.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »