energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Venerdì 25 aprile Idee per la sera

Prato delle Cornacchie / Anfiteatro delle Cascine – Parco delle Cascine – Firenze
I Giochi di Carnasciale
Un viaggio nel Medioevo

Dame e messeri, arcieri e cavalieri, sbandieratori e archibugieri si danno appuntamento da venerdì 25 a domenica 27 aprile al Prato delle Cornacchie del Parco delle Cascine di Firenze per la terza edizione dei Giochi di Carnasciale. 
Dalle dieci di mattina fino a tarda sera, tre giornate di sport, spettacoli, giochi e rievocazioni storiche per rivivere le atmosfere di un vero villaggio medievale, in quella stessa area verde che un tempo fu di Alessandro e Cosimo I de’ Medici e che i Lorena trasformarono in un parco per la città. Qui sono si sono sfidati i pionieri di tanti sport moderni. E qui sfileranno nel corso della tre giorni, compagnie provenienti dal tutta Italia.
Del resto forte è il legame tra i Giochi di Carnasciale e il “Giochi in Costume”, un tempo praticati soprattutto durante il periodo di Carnevale, che nel rinascimento fiorentino veniva chiamato "carne-vale" o, appunto, "carnasciale". 
Tanti gli ospiti e le iniziative che scandiranno l’edizione 2014 dei Giochi di Carnasciale: picca e schioppo, armati leggeri e pesanti segneranno l’esibizione “Serrate i ranghi!!!” che venerdì 25 alle 18 vedrà protagonista la Compagnia Giovanni delle Bande Nere, una rievocazione dei movimenti e degli ordini della fanteria italiana tra XV e XVI secolo, tratti da documenti dell’epoca. 
Sabato 26 alle ore 14 sarà Gianluca Iori, direttore del Museo Ferrucciano di Gavinana, a ripercorrere l‘assedio di Firenze e l’epica battaglia di Gavinana del 1530 tra la Repubblica Fiorentina e truppe imperiali Carlo V.
Sempre sabato, alle 17 (e in replica domenica alle 16,30), appuntamento con la "Giostra della Signoria di Firenze" in onore di Lorenzo e Giuliano de’ Medici, grandi appassionati di competizioni equestri. Alcuni tra i migliori Cavalieri italiani si scontreranno lancia in resta – e agghindati da vere armature da 30 chilogrammi di peso – in una lizza dedicata esclusivamente allo scontro. Ora come allora, audacia, forza e valore contraddistingueranno i Cavalieri in campo. Tra questi la Compagnia dell'Aquila Bianca, che da anni promuovere la scherma e l'equitazione medievale e rinascimentale, considerate vere e proprie arti marziali occidentali.
Da non perdere anche la "Sans Pareille 2014" in programma domenica 27 alle 14,30, esibizione di bandiere e musici con Sbandieratori e Musici della Signoria di Firenze,  Gruppo Storico di Lucignano e Gruppo Tamburini e Sbandieratori di Torrita di Siena. Il titolo rimanda al fascino “senza paragoni” della nobildonna Simonetta Cattaneo Vespucci, di cui si innamorò perdutamente Giuliano de' Medici e a cui, pare, si ispirò il Botticelli per la celebre “Nascita di Venere”. La giostra cavalleresca che Giuliano volle organizzare in suo onore metteva in palio un suo ritratto.
E ancora, Maneggi di arte equestre rinascimentale, tiro con la Balestra Manesca, tornei di spada e di tiro con l’arco, insieme a Sbandieratori della Signoria, Compagnia della Morte, Compagnia del Drago Verde, Gruppo la Fenice di Pistoia, Ordo Civitas Pisarum, Compagnia dei Falchi di Bosco, Gens Innominabilis, Gruppo Storico Lucignano, La Soffitta delle Streghe, Centro Ippico La Baita e tanti altri ospiti.
Tutti i giorni  saranno in funzione gli spazi di gastronomia medievale e rinascimentale, per pranzi e cene nel Parco allietati da spettacoli e danze fino alla mezzanotte.
Sul palco dei Giochi di Carnasciale, tra gli altri, i flauti, l’arpa e le cornamuse degli Hidden Note (ven 25, ore 20), le melodie d’ispirazione medievale e rinascimentale dei Midnight (sab 26, ore 21) ed il gran finale con i Whisky Trail (dom 27, ore 20,30), band toscana che da oltre trent’anni segue la scia della tradizione celtica.

Asciano – Siena
Sapori delle Crete

Tutto è pronto per “Chiusure in piazza”, primo appuntamento di “Sapori delle Crete”, con tre giorni di festa in programma da venerdì 25 a domenica 27 aprile dedicati al prodotto simbolo del territorio: il carciofo. Come da tradizione si comincia venerdì 25 aprile con una giornata interamente dedicata ai più piccoli con “Chiusure in piazza… a misura di bambino” tra passeggiate e laboratori  per andare alla scoperta del territorio e delle sue prelibatezze. Alle 10,45, dopo l’apertura del mercatino di prodotti artigianali e agroalimentari, spazio a ““Il mio piccolo erbario. Vedo, tocco, odoro, sento e gusto”, la breve passeggiata dedicata alle famiglie per imparare a riconoscere le piante più comuni, le loro caratteristiche e proprietà. Poi spazio al gusto e ai rinomati carciofi fritti preparati dagli uomini e dalle donne dell’Associazione Il Castello di Chiusure con l’apertura dello stand enogastronomico “Il carciofo di Chiusure e non solo…”(dalle 11). Dopo un prelibato pranzo i più piccoli potranno divertirsi con “La bottega di Geppetto”, laboratorio per la costruzione di giocattoli e sculture in legno recuperato (dalle 14,30) e con “Quando la banda passò…”,  musica in piazza con l’esibizione del corpo bandistico della Società Filarmonica Giuseppe Verdi di Asciano (ore 15,30). Per tutto il giorno nel Cortile della chiesa sarà visibile “Sapori ad Arte”, mostra dei bozzetti partecipanti al concorso per l’illustrazione grafica della campagna pubblicitaria di “Sapori delle Crete” 2015. E per gli amanti della fotografia e semplici appassionati la possibilità di partecipare al workshop “Raccontare attraverso le emozioni: reportage fotografico e sensorialità”.

“Chiusure in piazza” entra nel vivo sabato 26 aprile con l’apertura dello stand gastronomico. La mattina i più piccoli potranno sbizzarrirsi con il laboratorio creativo “ARTichock… bimbi” e dalle 15,30 spazio ai balli in strada con la musica itinerante di “Non solo Dixie” per le vie del borgo. Il pomeriggio sarà dedicato alla cultura con la presentazione del volume “Sapore di rosa” scritto da Tiziana Battisti e Barbara Cordoni e ambientato ad Asciano al tempo della guerra, tra amore, passione e povertà. (ore 17 – Parco Rocca Tolomei). Alle 18 tutti in gara per la pulitura dei carciofi. A chiudere la giornata sarà “L’arte del cibo”, cena guidata con piatti a base di carciofo di Chiusure in abbinamento ai vini Doc Orcia dell’azienda agricola Atrivm (ore 20). Domenica 27 aprile il gran finale della manifestazione con il “trekking a chilometro zero” da San Giovanni d’Asso a Chiusure e degustazione di prodotti tipici (ore 9,30), un nuovo appuntamento con il laboratorio “ARTIchock” (ore 11), la musica itinerante affidata ai Cisalpipers con il loro repertorio di  brani folk & celtici e la premiazione del concorso “Sapori ad Arte” con la scelta dell’immagine che sarà usata per la campagna pubblicitaria di Sapori delle Crete 2015.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »