energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Venerdì 6 dicembre Idee per la sera

Viper Theatre – via Pistoiese / via Lombardia – Firenze – Ore 22
I CANI

Con ogni probabilità il caso più dirompente dell’indie italiano. Anno 2011, due canzoni pubblicate su YouTube, un tam tam che in un baleno li proietta sulle pagine delle riviste specializzate e non solo, club e festival che fanno a gara per accaparrarseli. E adesso? Adesso è tempo di “Glamour”, il secondo album de I Cani, in concerto venerdì 6 dicembre al Viper Theatre. Con ogni probabilità il caso più dirompente dell’indie italiano. Anno 2011, due canzoni pubblicate su YouTube, un tam tam che in un baleno li proietta sulle pagine delle riviste specializzate e non solo, club e festival che fanno a gara per accaparrarseli.
E adesso? Adesso è tempo di “Glamour”, il secondo album de I Cani, in concerto venerdì 6 dicembre al Viper Theatre.
Un rapper cantava che “Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista”. Questo lo sanno bene Niccolò Contessa (fondatore della band e nuova icona indie italiana) e il resto de I Cani, tanto da essere riusciti a non deludere nessuno.

“Glamour” contiene undici brani ed arriva a sorpresa, così come il successo mediatico che ha travolto “l’ennesimo gruppo pop romano”, come si definiscono sulla propria pagina web. Un fenomeno, più che un gruppo, caratterizzato da quell’anti-hipster sarcastico e autocritico che tanto fa innamorare chi hipster lo è veramente… Copiati, oltraggiati, citati: I Cani ritornano, attesi dai fan, con un album lanciato ancora una volta in modo non scontato.

Il video del primo singolo “Non c'è niente di twee” è stato svelato tramite un volantino, con solo il logo della band e un link, distribuito durante il concerto degli Editors a Milano.  Senza alcuna comunicazione ufficiale, e solo grazie al passaparola, il brano si è diffuso rapidamente in rete creando un nuovo caso. E la storia sembra destinata a ripetersi: interviste, gran hype sui social, Rumore che dedica loro la copertina e un tour partito sotto i migliori auspici.

“Glamour” è stato prodotto da I Cani insieme a Enrico Fontanelli degli Offlaga Disco Pax, mixato da Giacomo Fiorenza (già produttore del “Sorprendente album d'esordio…”) e masterizzato all'Alpha Dept. Studio di Bologna da Andrea Suriani (produttore a sua volta di Cosmo, M+A e Drink to Me). Al solito I Cani hanno lavorato in autonomia, avvalendosi della collaborazione di Simone Ciarocchi (già batterista live del gruppo e componente dei Masoko), dei Gazebo Penguins (in un brano) e di Cris X, musicista di area noise. Alcuni li ritroviamo sul palco di questo nuovo tour: Niccolò Contessa voce e synth, Andrea Suriani ai synth, Valerio Bulla al basso e Simone Ciarocchi alla batteria.

Al Teatro Studio di Scandicci (FI), stasera alle ore 21

Teatro Studio Krypton presenta un progetto dedicato alla performance, intitolato 2performance  proponendo al pubblico il lavoro di due artisti, Loredana Longo ed Emanuele Becheri, che interpretano l’estetica della performance in modo autonomo, come esito e approfondimento della propria ricerca.
Venerdì 6 dicembre (ore 21.00), con Lock Loredana Longo trasferisce in una azione dinamica (con il coinvolgimento di otto performer: Albien Alushaj, Ennio Celli, Arber Elezi, Stefano Giuri, Nicola Pedroni, Mosè Risaliti, Ludovico Riviera, Carlo Salvador) le visioni concretizzate nel recente lavoro, sempre più teso verso forme di denuncia e di dichiarazione politica sullo stato sociale, dei diritti umani e dei diritti civili. L’uso del cemento ha caratterizzato i progetti  degli ultimi anni, venendo assunto come metafora della reificazione delle emozioni e delle relazioni umane. In Lock lo stesso materiale diventa simbolo di potere, violenza e sopraffazione in uno spazio di azione che, solo per caso, coinvolge i performer in una finzione e non gli spettatori nella vita reale.

Teatro Manzoni Pistoia
venerdì 6 dicembre, ore 21 (turno V)
sabato 7 dicembre, ore 21 (turno S)
domenica 8 dicembre, ore 16 (turno D)
RE LEAR o il passaggio delle generazioni
da King Lear di William Shakespeare

con Giusi Merli (Lear), Marco Natalucci (Matto/Albany), Gianfranco Quero (Glouster),
Roberto Caccavo (Kent), Lorella Serni (Goneril), Silvia Frasson (Regana), Claudia Pinzauti (Cordelia/Oswald), Enrica Pecchioli (Cornovaglia), Francesco Rotelli (Edgar), Simone Faloppa (Edmund)

riduzione del testo e regia Gianfranco Pedullà

musiche originali Jonathan Faralli
scene Claudio Pini
costumi Alexandra Jane
luci Marco Falai
Associazione Mascarà/Teatro Popolare d’Arte in collaborazione con Teatro delle Arti (Lastra a Signa/Firenze), Teatro Comunale di Bucine, Ministero dei Beni Culturali, Regione Toscana

Solo Anna, il monologo su Anna Magnani
Si tiene a Firenze, sabato 7 e domenica 8 dicembre, alle ore 21:00 presso la Chiesa  di Sant’Onofrio – Educatorio di Fuligno (via Faenza 48) che, nelle sue forme attuali, risale all’ultima trasformazione operata nel Seicento, SOLO ANNA, monologo di 50 minuti in atto unico tratto dal testo teatrale di Franco D’Alessandro, ROMAN NIGHTS, sulla vita di Anna Magnani, interpretato da Lidia Vitale (www.lidiavitale.com) e diretto da Eva Minemar. Al termine dello spettacolo la prestigiosa cantina Ruffino offrirà una degustazione di vini – un Chianti docg ed un Chianti classico riserva docg – e di olio nuovo. Rappresentato per la prima volta all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles nel marzo 2012, lo spettacolo ha già fatto tappa a Milano, a Roma, sul palco della seconda edizione del San Marino Film Festival e a Civitavecchia e sarà a Pescara il prossimo 13 dicembre presso lo Spazio Di Paolo.  Per prenotare lo spettacolo a Firenze: giusimilitano@gmail.com e tel. 055/2670615

Un omaggio che prende vita, dopo gli ottimi riscontri di pubblico e stampa ottenuti a Los Angeles, Cleveland, Torino, New York, Roma e Catanzaro (a sostegno del comitato Salviamo il Masciari) nell’anno delle celebrazioni del quarantennale della morte dell’attrice. Spesso sono le case private il luogo di rappresentazione, in maniera quasi clandestina, in giro per l’Italia, come già accaduto a Milano, Bologna e Roma. Lo spettacolo quasi preferisce le location alternative come la galleria d’arte Howtan Space. L’attrice Lidia Vitale, che per questa interpretazione ha vinto il Premio Anna Magnani nel 2012 e il Premio Enriquez nel 2013 è stata anche protagonista al recente Festival del Cinema di Roma dove ha presentato il film La santa, di Cosimo Alemà, all'Auditorium Parco della Musica. Per l'occasione l'attrice romana ha indossato Issa London per concessione di Alessandro Cirulli Tomorrow Milan.

 

Teatro Cantiere Florida – Firenze
Roberto Cocconi/Luca Zampar/AREAREA presentano

BALLATA

Ispirato alla figura di Corto Maltese

 

danzatori Roberto Cocconi e Luca Zampar

regia e coreografia Roberto Cocconi e Luca Zampar

assistente alla coreografia Marta Bevilacqua

luci Andrea De Biasi

costumi F.G. Teatro

musica Paki Zennaro, Rufus Cappadocia, John Metcalfe, Daniele Di Bonavventura, Ryuichi Sakamoto, Matmos

con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, Regione Friuli Venezia Giulia

Print Friendly, PDF & Email

Translate »