energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Venerdì 8 febbraio Idee per la sera, Spettacoli

 “Teatro della Memoria” Siena
A chiudere il cartellone, venerdì 8 febbraio alle ore 21.30 presso le Stanze della Memoria (via Malavolti 9 – La Lizza – Siena) sarà lo spettacolo “Santi e briganti. Canzoni, ballate, stornelli e memorie della terra di Maremma” della Lega Italiana Poesia Estemporanea di Grosseto, originariamente in programma nel mese di novembre e posticipato per una indisponibilità del cantastorie Mauro Chechi.  L’ambiente contadino, le veglie nel canto del fuoco, la poesia della natura sono gli ingredienti basilari su cui insiste lo spettacolo per raccontare il mondo incontaminato dei nonni con ballate, monologhi e canzoni. Il pubblico viene coinvolto in un viaggio nel tempo alla scoperta di una realtà carica di vitalità e simpatia, con ballate cantate con accompagnamento di strumenti d’epoca, narrazioni caratterizzate dall'intercalare e dalla gestualità tipica del linguaggio popolare e non televisivo. Si tratta di una manifestazione che trascina e coinvolge in ambienti poetici agro-pastorali il cui incanto resiste ai secoli e ai frutti di un effimero progresso con le sue sonorità e armonie antiche e accattivanti ancora vive in alcune parti del territorio italiano. Vengono presentate ballate e canzoni che narrano di  vecchi poderi, di briganti come Domenico Tiburizi e di eroine più o meno fortunate come la Bella Marsilia e Pia de’ Tolomei.L’orario di inizio è alle ore 21.30, mentre alle ore 21 chi lo desidera può effettuare una visita al museo.  Il costo del biglietto (posto unico) è di 12 euro intero, 10 euro ridotto per studenti, over 65, tesserati ANPI e soci Coop. Consigliata la prenotazione chiamando i numeri  338 8062038  o  338 5308293 .

 

Teatro EraPontedera
primo appuntamento aperto al pubblico di  SCENDERE DA CAVALLO: CARROZZERIA ORFEO con le paure metropolitane

All’interno della stagione di Pontedera si inserisce il progetto Scendere da cavallo, diretto da Roberto Bacci, che avrà luogo al Teatro Era dal 7 febbraio al 10 febbraio nato dopo la scorsa edizione del festival Collinarea a Lari dal desiderio di un confronto con alcuni gruppi ospiti. Undici compagnie con caratteristiche fra loro molto diverse (la compagnia Biancofango, Carullo/Minasi, Carrozzeria Orfeo, Alice Giulia Di Tullio, LeVieDelFool, la Fondazione Pontedera Teatro, Manuela Lo Sicco e Sabino Civilleri, Macelleria Ettore, Scenica Frammenti, Tetro dei Venti e Teatro delle Bambole) si confrontano dal 7 al 10 febbraio in un incontro di lavoro, una riflessione sul mestiere. All’interno di queste sessioni sono presentati anche 4 spettacoli aperti al pubblico.
Il 7 febbraio, alle ore 21, aprirà la compagnia Carrozzeria Orfeo, vincitrice nel 2012 del premio Nazionale della Critica ANCT, presenterà Robe dell’altro mondo, per la regia di Alessandro Tedeschi, Gabriele Di Luca, Massimilliano Setti, Roberto Capaldo, una storia  di paure metropolitane, ovvero l’insieme delle fobie e delle tensioni sociali e individuali che condizionano la nostra vita quotidianità. Robe dell’altro mondo è un’amara e paradossale denuncia sociale che si sviluppa intorno alla tematica delle paure metropolitane, tutte quelle paure, fobie e tensioni sociali e individuali che caratterizzano e condizionano la nostra quotidianità e la qualità delle relazioni. Emergono pregiudizio, intolleranza, sospetto, insicurezza, solitudine, terrorismo ideologico come elementi che costantemente influenzano un tessuto sociale sempre più fragile e disarmato.
Le paure metropolitane sono descritte tra teatro e fumetto. In un mondo incrinato da una profonda crisi economica, sociale e umana, dove ogni via d'uscita sembra ormai perduta, l'unica speranza di salvezza è rappresentata dagli Alieni, sbarcati sulla terra per aiutarci a risolvere i nostri problemi più gravi.
La rassegna continua l’8 febbraio con Educazione Fisica di Manuela Lo Sicco e Sabino Civilleri, il 9 febbraio il Draaago del Teatro dei Venti e il 10 febbraio Porco Mondo della Compagnia Biancofango.

Caffè letterario Le Murate

h 18.00     Controradio talk show

LE BUONE PRATICHE DEL TEATRO 2013: Del buon governo del Teatro

L'omonimo convegno che si svolgerà quest'anno a Firenze  è l'occasione per fare il punto su alcuni nodi del sistema teatrale italiano e sulle sue Buone Pratiche, a partire dalle soluzioni escogitate per affrontare una realtà in continuo movimento.
Intervengono: Mimma Gallina e Oliviero Ponte di Pino – ideatori e animatori delle Buone Pratiche, Patrizia Coletta – direttrice della Fondazione Toscana Spettacolo, Paolo Rossi, attore.  Conduce Chiara Brilli , in diretta su Controradio  – FM 93.6 – 98.9

h 22:00     Concerto

MONTALENI BAND & ENRICO FORASASSI

Sergio Montaleni | voce e chitarra
Enrico Forasassi | chitarra
Janko | basso
Mario Marmugi | batteria

Sergio Montaleni e Enrico Forasassi, accompagnati da Janko al basso e da Mario Marmugi alla batteria, uniscono la loro passione per la musica, ” incrociando” per la prima volta chitarra e armonica, per dar vita ad uno spettacolo, che  ripercorre la storia della musica moderna. Repertorio che spazia dal vecchio blues di Chicago al Rock, al Funk, al Soul e a forme di blues moderno di famosi artisti quali i Simply Red, i Rolling Stones, Bob Marley e Robben Ford. Il tutto con grande energia e improvvisazione. Uno spettacolo da non perdere per tutti gli amanti della buona musica dal vivo!

O.N.E. MUSIC CLUB
(OFFICINA NUOVO ESKIMO)

JAM SESSION
a cura dell’ O.N.E. BIG ENSEMBLE
+ performance di teatro-danza + monologhi dei giovani attori
dell’Associazione Palco D’autore

Questa sera all’O.N.E. MUSIC CLUB (Officina Nuovo Eskimo; via dei Canacci 12/r, aperto dalle 19, fino a mezzanotte happy hour; inizio spettacoli ore 22; ingresso soci ACSI; info Gianluca Rosucci 328.89.45.250, g.rosucci@gmail.com) Jam Session  a cura dell’ O.N.E. BIG ENSEMBLE. La piccola orchestra stabile dell’One Music Club  propone pezzi inediti ed il meglio della musica d’autore italiana, da Fossati a De André, Capossela e tanti altri.
Aprono la serata una performance di teatro-danza e l’interpretazione di monologhi a cura dei ragazzi dell’Associazione Palco D’autore. Nel pomeriggio, laboratori di chitarra e percussioni.

RIDOTTO DEL TEATRO PUCCINI

QUADERNI

Prosegue con l'ultimo appuntamento la rassegna "Quaderni", che prevede la lettura, all'interno della stessa serata, di tre autori, che appartengono a tre diverse categorie: uno scrittore esordiente o che sta cominciando a pubblicare, uno scrittore contemporaneo conosciuto e uno scrittore che fa parte della storia della letteratura. In un'atmosfera intimistica e informale insieme, Lorenzo Degl'Innocenti, nella penombra del palco, entra, appende il cappotto all'appendiabiti, prende un libro dalla libreria, si siede in poltrona e si mette a leggere, in un ripetersi di un rituale tra sacro e profano.

venerdì 8 febbraio ore 21.30
Letture di racconti di Filippo Rigli, Alessandro Benvenuti, Herman Melville

Gli spettatori possono portare con sé un cuscino e una tazza: le bevande calde saranno offerte dal Teatro.

 Ingresso € 5,00

Auditorium di Casa Boccaccio – Certaldo

In scena “Andreuccio da Perugia” (Decameron II, 5) il secondo appuntamento di "10 di 100 – Il Decameron in 10 novelle", l'anteprima di eventi che precede il calendario ufficiale delle celebrazioni del VII Centenario dalla nascita di Giovanni Boccaccio che sarà presentato a marzo dalla Regione Toscana.
La serata teatrale raddoppia: il primo spettacolo è previsto infatti per le ore 21.00, il secondo per le ore 22.15 e la prenotazione è consigliata al numero Tel 0571 661265 o Mail info@boccaccio2013.it .
Siamo nella Seconda Giornata quella che ha per tema le avventure a lieto fine. La Novella è la Quinta e il protagonista è Andreuccio da Perugia. Il giovane si reca a Napoli e con la fortuna del principiante riesce a fare degli affari, ma è ancora molto ingenuo e gira per la città facendo bella mostra della borsetta rigonfia di soldi. Proprio la sua inesperienza lo conduce nel primo tranello, ma inciampando in gente di malaffare e in inganni sempre più “sporchi” riesce a burlare tutti i malviventi. Alla fine Andreuccio torna a casa sua, a Perugia, con un bottino più consistente di quello che gli è stato rubato e…con una buona dose di consapevolezza in più. Voce narrante: Ilaria Landi. Strumento: Alessio Montagnani, chitarra. Regia: Carlo Romiti.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »