energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Vento, codice arancione, chiusi parchi, giardini e anche il mercato delle Cascine Breaking news, Cronaca

Firenze – Allerta arancione per rischio vento, questo pomeriggio presso la sala operativa della Protezione civile regionale si è fatto il punto di coordinamento tecnico in vista di stasera, quando dalle 21 fino alla mezzanotte di domani martedì 26 marzo scatterà l’allarme. Un’allerta diffusa su tutta la Toscana, ad esclusione delle zone del nord-est e del nord-ovest, dove il codice è giallo per la stessa durata di tempo. Durante l’incontro, al quale hanno partecipato Regione Toscana, Centro funzionale regionale, Province e prefetture, non sono state rilevate criticità particolari.

Rimane alta l’attenzione per l’evolversi della situazione nel corso della serata e soprattutto della nottata. La Protezione civile ricorda i principali rischi per l’incolumità delle persone, che sono legati al crollo di alberi, alla caduta di sassi e strutture pericolanti e pertanto raccomanda la massima cautela. Allo stesso tempo, considerate le condizioni meteo particolarmente avverse, si ricorda il divieto assoluto (valido fino al 31 marzo) emanato dalla Regione su tutto il territorio regionale di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali.

Intanto, scuole chiuse domani a Livorno. La decisione oggi della vicesindaco Stella Sorgente che ha firmato l’ordinanza che estende la chiusura anche ai parchi pubblici, i cimiteri cittadini e dei centri diurni per anziani autosufficienti, non autosufficienti e per disabili. Analogo provvedimento anche a Collesalvetti dove per domani l’amministrazione comunale comunica in via precauzionale e cautelativa la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio di competenza così come i servizi educativi e diurni per disabili. Scuole chiuse anche a Grosseto e a Manciano, oltre che nel comune di Volterra.

Anche Firenze si “blinda”:  parchi e giardini pubblici ad accesso regolamentato come i cimiteri comunali e “sospensione delle attività cimiteriali con l’esclusione di quelle considerate improrogabili e urgenti”. La decisione è stata presa dal sindaco Dario Nardella, con un’apposita ordinanza, a causa dell’allerta arancione per rischio vento forte che scatterà alle 21 di stasera e proseguirà per tutta la giornata di domani.
Domani sarà sospesa anche “l’attività di vendita e somministrazione su suolo pubblico che si tiene al mercato settimanale delle Cascine”. L’ordinanza vieta anche “qualunque attività all’aperto nei giardini e parchi delle scuole di ogni ordine e grado provviste di alberature”. Il sindaco Nardella raccomanda inoltre “di non frequentare le aree verdi liberamente accessibili”.  Alle 21 sarà attivato il Centro operativo comunale della protezione civile.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »