energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ventunenne esibizionista denunciato per atti osceni in luogo pubblico a Livorno Cronaca

Fine settimana di denunce ed arresti a Firenze ed a Livorno. Nel pomeriggio di ieri, 11 marzo, la polizia fiorentina ha denunciato un trentacinquenne palermitano che aveva danneggiato una delle barre motorizzate che regola l’accesso all’ospedale di Careggi. La vigilanza privata dell’istituto ospedaliero ha sorpreso l’uomo mentre si apprestava a piegare intenzionalmente la barra, compromettendone il funzionamento, ed ha pertanto contattato la polizia che è intervenuta a denunciarlo. Intorno alle 14:30 in piazza Salvemini è stato arrestato, invece, un trentaseienne albanese che, privo di documenti, dovrà rispondere di una denuncia per violazione degli obblighi sul soggiorno. Stessa accusa, ma aggravata dal reato di ubriachezza, per un quarantaquattrenne peruviano che è stato colto in fallo dagli agenti mentre urinava in strada nel parco delle Cascine e, irregolare, è stato anch’egli denunciato per l’inosservanza delle norme sull’immigrazione. Poco dopo la mezzanotte, poi, gli agenti hanno fermato e denunciato per furto di gasolio un fiorentino di 41 anni che si era introdotto in un cantiere di via delle Cave di Monteripaldi e si era appropriato del carburante contenuto in un macchinario da lavoro. A Livorno, invece, è stata denunciata per porto ingiustificato di strumento atto ad offendere una trentaseienne albanese che ha spruzzato dello spray al peperoncino in faccia a due coniugi che abitano nel suo stesso condominio. A scatenare la reazione della donna, che abita in un palazzo di un quartiere popolare livornese, una lite con la coppia di condomini. Discordanti le versioni dell’accaduto fornite dalle vittime (che hanno dichiarato agli agenti livornesi di essere state aggredite) e della trentaseienne albanese, che ha raccontato di aver usato la bomboletta per difendersi durante il diverbio sfociato in lite. Sempre a Livorno i carabinieri hanno denunciato oggi, 12 marzo, un ventunenne originario di Arezzo per atti osceni in luogo pubblico. Il giovane si era piazzato davanti ad una portafinestra del suo terrazzo ed aveva iniziato a masturbarsi per farsi notare dalla commessa di un vicino negozio. Purtroppo per il ventunenne esibizionista, però, la titolare del negozio di intimo ha contattato i militari, che sono intervenuti e lo hanno trovato intento nella sua performance. Identificato, il giovane, è stato interrotto e denunciato.

Foto: www.poliziadistato.it
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »