energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Veterinari toscani sul piede di guerra Cronaca

E' un vero e e proprio vento di guerra quello che soffia sui medici veterinari pubblici, in servizio alle Asl della Regione. A farsene portavoce il sindacato Fvm-SiveMp Toscana che protesta contro ''le gravi difficoltà in cui operano i dirigenti medici veterinari pubblici e precari del Servizio sanitario toscano''.
''Non si può continuare a distruggere – sottolineano i medici veterinari – il sistema di garanzie sanitarie di controllo su alimenti, animali e randagismo''.

''La Regione Toscana – come scritto in una nota sindacale – esige un impeccabile livello di sicurezza in tutti i campi della prevenzione territoriale, nel settore dell'allevamento zootecnico come in quello alimentare e di trasformazione dei prodotti, nel settore del benessere animale come in quello di tutela degli animali d'affezione e di prevenzione del randagismo. Al contrario le miopi scelte strategiche percorse negli ultimi anni, prive di lungimiranza, adottate in funzione esclusiva di apparenti risparmi a breve termine o peggio ancora di logiche personalistiche, hanno coinvolto dapprima le organizzazioni veterinarie a livello regionale ed a cascata, i servizi territoriali che da queste sono coordinati, riducendone drasticamente il peso funzionale ed il livello di efficienza''.

Insomma, la spending review cui è sottoposto il sistema veterinario regionale è ritenuta, ancora una volta, iniqua dai medici veterinari pubblici che ritengono '' inaccettabile continuare a riconoscere nella riduzione dei propri quadri dirigenziali e nell'abbattimento dei livelli professionali, l'unica strategia percorribile in funzione del contenimento dei costi e della razionalizzazione della spesa regionale, senza lettura alcuna delle ricadute che tale scelta comporta sul processo di mantenimento degli standard nazionali ed europei, a livello di servizi, professionalità e qualificazione professionale''.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »