energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Veterinario vita da nababbo: dichiarava solo un quarto dei compensi Cronaca

Ricavi non dichiarati per 150.000 euro, Iva dovuta per 30.000 e Irap evasa per 6.000 . Questo e' quanto emerso a conclusione dell'ultima attivita' ispettiva svolta dalla Tenenza della guardia di Finanza di Pontassieve nei confronti di un ambulatorio veterinario a Valdarno Fiorentino. Il veterinario 56enne ha omettesso di dichiarare circa un quarto dei suoi ricavi nel periodo 2007-2011. L'evasione fiscale e' stata accertata grazie all'esame dei conti correnti del professionista e all'analisi delle 'schede' utilizzate dall'ambulatorio per memorizzare ogni singola prestazioni rese ai pazienti a quattro zampe. Dal raffronto tra le prestazioni fatturate e quelle riportate nelle schede interne e' emerso che l'ambulatorio ha omesso di emettere fattura per oltre 200 prestazioni, per un valore di 150mila euro. Alto il tenore di vita del professionista nonche' rilevante il proprio patrimonio immobiliare, ben 6 unita' immobiliari nella provincia di Firenze, 1 unita' immobiliare nella provincia di Grosseto, 3 unita' immobiliari nella provincia di Perugia. Dall'inizio dell'anno sono 22 i professionisti che operano nella provincia di Firenze la cui posizione fiscale e' stata oggetto di controllo da parte delle fiamme gialle. Complessivamente e' stata constatata un'evasione pari a oltre 5 milioni di euro e un'Iva non versata per oltre 703mila euro. Sottoposte a controllo tutte le categorie professionali. Si va dagli avvocati agli odontotecnici ed odontoiatri, dai geometri ai medici dietisti, dai commercialisti agli studi veterinari e sanitari.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »