energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Via alla raccolta delle firme per l’educazione alla cittadinanza Cronaca

Firenze – Il 20 luglio a Firenze, e nel resto d’Italia, partirà la raccolta di firme per la proposta di legge, sostenuta da Anci, per introdurre l’ora di educazione alla cittadinanza, come materia curricolare, nelle scuole di ogni ordine e grado.

Quella del 20 luglio sarà la prima di una serie di giornate di mobilitazione dei sindaci italiani, finalizzate a raccogliere le cinquantamila firme necessarie per il deposito della proposta di legge in parlamento.

Nella nostra città i banchetti per la raccolta delle firme saranno allestiti (dalle 10 alle 13) in piazza Beccaria, all’angolo con Borgo la Croce, piazza dell’Isolotto, presso il mercato, in piazza Dalmazia e in piazza Pellegrino Artusi, a Gavinana. A ciascun banchetto sarà distribuito materiale informativo e sarà illustrato l’articolato della proposta di legge. Sarà possibile firmare, nell’orario di apertura degli uffici, anche presso la segreteria generale del Comune di Firenze, a Palazzo Vecchio, e alle sedi dei consigli di quartiere.

“L’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria e con voto, in ogni scuola di ordine e grado – spiega il sindaco Dario Nardella – è estremamente importante e come sindaco avverto la necessità di intervenire a partire dai banchi di scuola per formare dei buoni cittadini, rispettosi delle istituzioni e delle regole basilari di convivenza, dotati di un grande senso civico e di appartenenza alla comunità in cui vivono. Per noi l’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza ha lo stesso valore delle altre materie scolastiche e mi auguro che la stessa rilevanza venga data anche dalle famiglie e dai nostri concittadini in generale. Spero pertanto che già il 20 luglio siano tanti i cittadini che sottoscriveranno la nostra proposta di legge”.

Tutti i documenti per la giornata nazionale (vademecum sulla raccolta firme, manifesto sulla campagna, modulo per la raccolta firme e articolato di legge), sono scaricabili dal sito www.anci.it 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »