energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Via Carissimi a Novoli, sfrattate una cinquantina di persone Breaking news, Cronaca, Foto del giorno

Firenze – Con una nutrita schiera di polizia, otto famiglie sono state “invitate” a uscire dall’immobile di proprietà di una banca in cui da anni risiedono, in via Carissimi a Novoli a Firenze. Da circa 4 anni le famiglie si erano attivate per poter pagare alla banca (il Monte dei Paschi di Siena) un affitto “commisurato al loro reddito”, vale a dire “sociale”, ma dalla proprietà nessuna risposta. Stamattina via Baracca è stata chiusa e le forze dell’ordine sono penetrate nel palazzo, mettendo in atto lo sgombero. Insieme alle forze dell’ordine, anche alcuni assistenti sociali che dovrebbero prendersi cura delle circa 50 persone che sono finite in trada, in ossequio all’ordinanza esecutiva del tribunale.

L’operazione – riferisce un comunicato della Prefettura di Firenze – “si inserisce in un percorso straordinario voluto dal Prefetto di Firenze Laura Lega, secondo le direttive del Ministero dell’Interno, per il ripristino della legalità sul territorio provinciale. L’immobile era sottoposto a provvedimento di sequestro preventivo dell’Autorità Giudiziaria”.

“Desidero esprimere il mio ringraziamento alle Forze di polizia, ha dichiarato il Prefetto, per l’operazione portata a compimento quest’oggi, che si è svolta senza turbative dell’ordine e della sicurezza pubblica”.  “Ringrazio anche il Comune di Firenze, ha aggiunto Lega, per la fattiva collaborazione, che ha ancora una volta permesso di restituire gli immobili ai legittimi proprietari, salvaguardando al tempo stesso le situazioni di fragilità sociale”.

Al momento dell’intervento erano presenti, all’interno degli otto appartamenti, circa quarantacinque persone, delle quali diciassette, tra minori e accompagnatori, assistite dal Comune e dai Servizi sanitari.

 

Foto: Luca Grillandini

 

Foto: Luca Grillandini

Print Friendly, PDF & Email

Translate »