energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Via Francigena, pronto l’Ospitale dei pellegrini a Abbadia Isola Turismo

Dedicato all'accoglienza dei pellegrini che camminano lungo la Via Francigena diretti a Roma, verso la tomba dell'apostolo Pietro, è pronto per l'apertura. La nascita del nuovo ostello per pellegrini si deve al grande impegno del parroco di Monteriggioni, Don Doriano Carraro, al Comune di Monteriggioni, ai finanziamenti di molti soggetti: Fondazione Monte dei Paschi di Siena, parrocchie di Abbadia, Castellina Scalo e Monteriggioni, Amministrazione Comunale di Monteriggioni. L'esperienza di recupero conservativo della casa canonica di Badia, all'interno di un complesso monumentale di proprietà comunale, vuole proporsi come sinergia tra Amministrazione pubblica e Curia del territorio per realizzare una struttura di accoglienza di livello europeo e in controtendenza alla moderna mercificazione del pellegrinaggio, all'insegna piuttosto dell'autenticità dei mistici. I pellegrini potranno essere ospitati anche gratuitamente e ovviammente saranno accolti anche i turisti in viaggio sulla Francigena non per ragioni prettamente spirituali o per un affascinante trekking. Ad Abbadia Isola si prepara così una grande festa il 6 gennaio sera, per tutti. Oltre all'arrivo dei re Magi a cavallo, in collaborazione con le associazioni dell'Agresto e dell'Abbi, ci sarà anche una Befana per i bambini accompagnata da un banco per il ristoro.
I lavori per terminare la prima fase di trasformazione della casa canonica di Badia in Ospitale per i pellegrini sono durati tre anni. Primo e secondo piano della casa canonica, accanto alla chiesa romanica ed al complesso monumentale di proprietà comunale, sono stati recuperati e restaurati con modalità conservative, rendendo disponibili alloggi per circa 15-20 posti letto. Restano ancora da restaurare le facciate e da recuperare due sale al piano terreno, destinate ad incontri, mensa e cucina attrezzata, ad uso dei pellegrini, ma anche della comunità di Abbadia Isola. La gestione dell'Ospitale – spiega Don Doriano – sarà realizzata in collaborazione con la Confraternita di San Iacopo di Perugia, un'associazione che cura il pellegrinaggio a piedi e l'accoglienza dei pellegrini negli Ospitali. Tutti, però, potranno dedicarsi al servizio volontario dell'accoglienza dei pellegrini. Ad oggi già si registrano la disponibilità di persone singole e di altre Associazioni''

Le dichiarazioni
''Gli interventi della Chiesa e quelli del Comune – precisa il sindaco di Monteriggioni, Bruno Valentini – si muovono in modo sinergico e collaborativo, sia nei rapporti con la Curia Arcivescovile e sia con la Parrocchia. Puntiamo a realizzare un sistema di accoglienza e di offerta culturale capace di dialogare con i giovani di tutta Europa. Considero straordinario il lavoro e la passione che vengono investiti in questo progetto che è esattamente ciò che deve distinguere il cammino sulla Via Francigena da qualsiasi altro tracciato di trekking".
"Il potenziale turistico viene dopo. – continua il sindaco – Ed anzi arriverà veramente solo se ci sarà autenticità. La provincia di Siena può essere un riferimento per la Toscana e per l'Italia se teniamo a distanza la mercificazione dell'esperienza moderna del pellegrinaggio. Naturalmente le motivazioni per cui le persone si muoveranno lungo la Francigena non saranno esclusivamente spirituali ed avremmo rispetto per ciascuno''.

Una festa – ha detto il parroco Don Doriano – non solo per la presenza dei Re Magi che arriveranno a cavallo per rendere ancor più suggestivo il tradizionale omaggio a Gesù Bambino, il Figlio di Dio nato per noi, da parte dei bambini impegnati in una recita, racconti, poesie e canti, ma anche  per l'inaugurazione del nuovo Ospitale di San Cirino”.

Foto http://eccolatoscana.myblog.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »