energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Vigili fiorentini allo scontro con l’amministrazione: annunciati sciopero e sit-in Cronaca

Firenze –  “L’amministrazione comunale non ci ascolta, noi andiamo avanti”. Messaggio chiaro, scaletta delle agitazioni già fissata: dopo lo sciopero del 5 giugno, la polizia municipale fiorentina torna alla protesta, fissando un nuovo sciopero per domenica 19 giugno, oltre a un sit-in in piazza Signoria venerdì 17 giugno (dalle 12 alle 15) e altri due il 22 giugno, uno in piazza Dalmazia e uno in piazza Bartali, sempre dalle 12 alle 15. La decisione è stata presa oggi, nel corso dell’assemblea convocata dai sindacati a San Bartolo a Cintoia,  cui hanno partecipato circa 650 persone.

L’assemblea ha votato all’unanimità  la serie di iniziative per protestare contro l’amministrazione comunale, rea, secondo i lavoratori, di rimanere “sorda alle richieste dei lavoratori”. Inoltre l’assemblea odierna ha rilanciato  la denuncia che riguarda “la totale inefficienza e inadeguatezza del Comando dei Vigili Urbani”.

 “L’assemblea odierna si è resa necessaria poiché l’amministrazione continua a fare il suo inutile muro contro muro – è il commento di Flavio Gambini, responsabile enti locali Uil Fpl Toscana e di Maurizio Caló, responsabile polizia municipale del Comune di Firenze per la Uil Fpl – i lavoratori hanno risposto ancora una volta benepartecipando numerosi e votando all’unanimità le proposte fatte da una rappresentanza sindacale unita più che mai. Noi ringraziamo sindaco assessore e comandante che con il loro operato hanno fatto accadere una cosa sorprendente, hanno fatto risvegliare i lavoratori della polizia municipale dal torpore in cui erano caduti svegliandosi con uno scatto di orgoglio”.

Del resto, i dati sono a favore del sindacato:Lo dimostra il fatto che dopo un’assemblea del 4 maggio molto partecipata, dopo uno sciopero che ha visto un’adesione pari al 99,9 %, i lavoratori della polizia municipale di Firenze si sono ritrovati ancora in assemblea ed hanno votato una serie di scioperi proposti dalla Rsu – aggiungono Gambini e Caliò – scioperi che interesseranno una domenica ogni due per tutto il periodo estivo e che culmineranno con una sciopero infrasettimanale e manifestazione cittadina per le strade di Firenze nel mese di settembre, con data ancora da destinarsi”.

Infine, i lavoratori lamentano che dall’amministrazione comunale giungano accuse “infondate” circa la mancanza di proposte da parte dei sindacati. Il 10 maggio scorso infatti, spiegano i rappresentanti sindacali,  “durante l’incontro in prefettura dove si è tenuto il tentativo di raffreddamento, la Rsu ha presentato una serie di richieste che sono state fin da allora ignorate. Nessuno ci ha convocato per chiederci attraverso l’apertura di un tavolo di esporre le stesse e tentare di svilupparle. L’unica comunicazione che è arrivata è una mail del comandante offensiva per tutti i lavoratori che non vogliamo commentare. Resta la volontà da parte nostra di sederci ad un tavolo di trattativa, e giungere in modo incruento ad una soluzione che porti i lavoratori della polizia municipale di Firenze ad offrire ai cittadini della propria città un buon servizio possibilmente tenendo conto del benessere psicofisico dei lavoratori stessi. Le iniziative unilaterali minacciate dall’amministrazione portano ad un inutile e cruento muro contro muro. Se è quello che vogliono, noi siamo pronti”. 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »