energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Vigna, l’estremo saluto della magistratura Cronaca

Molti i magistrati fiorentini che hanno portato le loro condoglianze alla famiglia: l'ex procuratore Ubaldo Nannucci, Enrico Ognibene, presidente del Tribunale, Giuseppe Quattrocchi, procuratore capo, giunto insieme ai sostituti Alessandro Crini e Giuseppe Nicolosi, Beniamino Deidda, procuratore generale della Toscana, Fabio Massimo Drago presidente della Corte d'Appello e, Margherita Cassano, consigliere di Cassazione. In rappresentanza della magistratura sono giunti alla camera ardente Gianfranco Ciani, procuratore generale presso la Cassazione, Roberto Alfonso, procuratore capo di Bologna, Francesco De Leo, procuratore capo di Livorno.

Numerose anche le autorità che hanno portato il loro saluto alla famiglia del magistrato fiorentino: il questore Francesco Zonno e il prefetto Luigi Varratta. Condoglianze sono state formulate anche dall'ex questore di Milano Vincenzo Indolfi, che collaborò a lungo con Vigna. Centinaia i cittadini che per tutta la giornata hanno reso omaggio alla salma di Piero Luigi Vigna. Anche le associazioni che hanno collaborato con l'ex procuratore nazionale antimafia hanno manifestato il loro cordoglio alla camera ardente: tra di esse il comitato dei famigliari delle vittime della strage di via dei Georgofili e l'Osservatorio permanente giovani editori.

La salma del magistrato è stata vegliata dalla famiglia rappresentata dalla moglie Silvia Badini, dai figli Leonardo e Francesco (la primogenita Simona sta rientrando in Italia dagli Stati Uniti dove da tempo lavora) e dalle sorelle del magistrato Anna e Roberta.      La camera ardente sara' aperta anche domani dalle ore 9 alle ore18. Lunedì mattina alle ore 11 si terranno i funerali nella chiesa disan Miniato al Monte a Firenze.La salma sarà cremata e le ceneri saranno custodite al cimitero di Trespiano.

Fuori dalla camera ardente numerose sono state le occasioni, nel corso della giornata, tra amici e conoscenti per ricordare l'attività pubblica e la vita privata dell'insigne magistrato. Tra coloro che hanno sostato di più davanti alla salma ci sono stati due collaboratori dell'ex procuratore nazionale antimafia: Franco Berti, suo ex assistente, e Giovanni Lanzillotto, per 18 anni agente della sua scorta.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »