energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Villa Fabbricotti, in Commissione regionale confermata la vendita Breaking news, Cronaca

Firenze – Villa Fabbricotti, si va alla vendita. Ignorata dalla maggioranza della Commissione Affari istituzionali  la posizione del Comune di Firenze e la mozione di Sì Toscana a Sinistra, che chiedevano che la Villa e il suo parco fossero tolti dal piano di alienazioni della Regione. Dieci voti contrari del Pd contro gli otto delle opposizioni il risultato della votazione, che per ora ha fatto giustizia della richiesta, avanzata dalla mozione presentata da Fattori e Sarti, che contemplava anche l’impegno a preservare l’uso pubblico dell’intero complesso.

Siamo stupiti che il partito Democratico in Consiglio Regionale e l’Assessore Bugli non abbiano voluto tenere conto della recente risoluzione approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale di Firenze che chiedeva alla regione di non alienare la Villa e il parco e allo stesso tempo ribadiva la volontà del comune di mantenere l’attuale destinazione d’uso del bene”, dichiarano i Consiglieri di Sì Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti.

Registriamo tuttavia l’impegno ufficiale dell’Assessore a cercare acquirenti tra altri enti pubblici e a confrontarsi nuovamente in Commissione qualora questo tipo di vendita non andasse in porto”.

Concludono i due consiglieri: “Continueremo a batterci affinché sia tutelato in ogni modo il libero accesso di un abituale e frequentatissimo punto di ritrovo per i cittadini, salvaguardando una bellissima e indispensabile area verde che insieme al Giardino Baden Powell, al parco dello Stibbert e al vicino Giardino dell’Orticoltura, rappresentano un polmone per una parte della città satura di cemento, smog e traffico. Beni di valore artistico e culturale come Villa Fabbricotti e il suo parco appartengono all’intera collettività e le istituzioni hanno il compito di custodirle e tutelarle, preservandone la funzione pubblica e sociale, venderle e privatizzarle significa tradire questo dovere”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »