energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Vino in Cina, la prima volta del Chianti Economia

E' la prima volta del Chianti: i cinesi arrivano non per comprare il vino, ma le vigne. Qualcuno si stupisce? Eppure, sulla carta, al questione non poteva rimanere ancora per troppo tempo sospesa: infatti, come segnala Coldiretti, "l’acquisto per la prima volta di un'azienda vinicola che fa riferimento alla produzione di vino di Chianti Classico Gallo Nero da parte di un imprenditore cinese si giustifica con l’aumento record del 17 per cento delle esportazioni di vino Made in Italy nel 2012 nel Paese asiatico".

Il misterioso imprenditore di Hong Kong ( che vive in Canada e ha interessi in Francia e Italia) ha acquisito un'azienda di piccole dimensioni, Casa Nova, con otto ettari di vigneto, un ettaro di oliveto e due gruppi colonici utilizzati per attività agrituristica a Greve, piccola capitale del Gallo Nero, tra Firenze e Siena. Le esportazioni di vino italiano in Cina hanno raggiunto il valore record di 77 milioni di euro ma, dice ancora la Coldiretti, "esistono ancora grandi opportunità in un Paese che oramai con una domanda che ha raggiunto quasi i 18 milioni di ettolitri, in crescita del 9 per cento, si colloca al quinto posto tra gli stati maggiori consumatori". Tant'è vero che una seconda trattativa si sta svolgendo in questi giorni fra cinesi "impiantati" a Prato come compratori e venditori risiedenti in Val di Pesa. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »