energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Viola al mercato per ritrovare l’equilibrio perduto Sport

Firenze – Le prime manovre in attesa del via al mercato a gennaio, tra un mese e mezzo, si stanno già compiendo. Sfoltire la rosa è il primo compito che spetta ai due dirigenti viola Pradè e Macia, cancellare dal bilancio gli ingaggi inutili e ridurre gli effettivi a disposizione di Montella. Con il riscatto di Cuadrado e la campagna estiva corpulenta si è andati in rosso e dicembre sarà il momento della ricapitalizzazione da parte dei Della Valle che metteranno 30 milioni per restare in linea col disavanzo e i parametri Uefa. Viceversa sono arrivati circa 6 milioni di guadagno tra cessioni e bonus da riscattare con Romulo e De Silvestri.

Si comincerà da El Hamdaoui, il centravanti ha il contratto in scadenza a giugno, potrebbe essere ceduto a parametro 0, su di lui il Club Africain dalla Tunisia. Joaquin è un tassello importante che ha giocato poco in questa ripresa del campionato, appena 103 minuti, per un cartellino di 1,3 milioni, in più pesa il suo non essere stato inserito nella lista Uefa. Ed ancora Hegazy e Brillante non pervenuti.

In attesa dell’ultimo verdetto medico su Pepito Rossi e capire quello che Mario Gomez sarà in grado di fare in questi due mesi la società viola in attacco già butta un occhio, ed ecco che gli osservati speciali non mancano: due nomi dal passato come Pazzini alla fine della sua avventura col Milan e che alla società viola piace, Mutu su cui però si potrebbe fare affidamento solo per sei mesi, Giovinco altro nome accostato da tempo ma che necessita però di un ritrovato rapporto con la Juventus.

Ed ancora nomi importanti come Borini del Liverpool (a cui piace anche Neto) e Benteke dell’Aston Villa, ma sono tutti sogni costosi .

Foto: Pradè

Print Friendly, PDF & Email

Translate »