energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Viola spreconi, per la Spal è Semplici pareggiare. E l’arbitro diventa sensibile Sport

Firenze – Troppi gol sprecati, anche i più facili, troppa sufficienza soprattutto nel secondo tempo, troppo difensiva la Spal di Semplici che porta via un prezioso punto da Firenze tra i fischi di un pubblico ancora un una volta ammirevole per il calore e per i cori in ricordo di Astori. Un pari che interrompe la serie di sei vittorie inanellate dai viola con la cinquina irresistibile dopo la morte di Astori. Un segnale di allarme per una squadra che troppo spesso, oltre a sprecare,  è apparsa con le idee poche chiare di fronte a un’avversaria davvero modesta. E che può recriminare sul rigore non concesso e poi negato mentre dalla curva si levava il coro insensibile, insensibile. Un coro divenuto sesnsibile sensibile appena il rigore non è stato accordato. con buona pace di Buffon

Stadio pieno all’ora di pranzo,  con la partita dimostrativa dei ragazzi del campionato Quarta categoria, con Andrea Della Valle ritornato in tribuna dopo aver assistito a Fiorentina – Benevento, prima gara senza Astori, e con Leonardo Semplici fiorentino cresciuto calcistacamente in Toscana sulla panchina degli avversari. Ma soprattutto con i viola a caccia della settima vittoria consecutiva e con l’unica assenza di Badelj mentre la Spal accusa tanti forfait  e si dibatte nei bassifondi della classifica.

Spettacolo annunciato con Chiesa e Sapoanara protagonisti. Un avvio appassionante e reso ancora più emozionante da Hugo che stende Felipe in area viola. Soliti capannelli di giocatori  e ricorso alla Var che vanifica la concessione del rigore indicata da Orsato. La Fiorentina, scampato il pericolo, si getta in avanti ed è  Saponara a sfiorare l’incrocio dei pali al 27’ e Biraghi a sciupare solo davanti al portiere che ribatte al 37’ come ribatte al 41’ una legnata di Chiesa da ottima posizione,e che poi  si salva dal tap in di Simeone fuori di un soffio al 42’.

La Spal soffre, Semplici si toglie l’impermiabile sbracciandosi per scuotere i suoi, che tra mille perigli riescono a condurre in porto lo 0 a 0 nel primo tempo.

Nella ripresa la Spal mette Martinelli per Costa, poi Floccari per Paloschi ma è sempre la Fiorentina ad avere l’iniziativa. Senza però il piglio del primo tempo, più bassa in difesa, più confusa, con più errori in fase di impostazione oltre che di realizzazione. Allora Pioli corre ai ripari al 65 ‘ con Falcinelli per Simeone e Eysseric per Saponara. Ed è proprio Eysseric a sfiorare il palo al 66’  e a rendersi pericoloso due minuti dopo. Semplici cerca una nuova soluzione con Schiavon per Mattiello, e per poco Vitale non gli dà ragione calciando a lato un ghiotto pallone. Cosa che fa anche Biraghi al 77’ quando calcia alto a pochi passi dalla porta. All’ 80’ entra Gil Dias proprio al posto di Biraghi e proprio Gil Dias si vede respingere un bel tiro per poi sbagliare clamorosamente solo davanti al portiere al 90’. La Spal è tutta in difesa Pezzella sbaglia l’impossibile e Semplici nella sua Firenze può far festa.

Fiorentina – Spal 0-0

FIORENTINA: Sportiello, Milenkovic, Hugo, Pezzella, Biraghi, Veretout, Dabo, Chiesa, Benassi, Saponara, Simeone. A disp. Dragowski, Cerofolini, Dias, Gaspar, Hristov, Olivera, Cristoforo, Eysseric, Falcinelli. All. Pioli
SPAL: Meret, Cionek, Vicari, Felipe, Lazzari, Everton, Viviani, Floccari, Costa, Vitale, Antenucci. A disp. Gomis, Marchegiani, Vaisanen, Konate, Salamon, Mattiello, Schiavon, Paloschi, Bonazzoli, Esposito. All. Semplici

Arbitro: Orsato di Schio

Amm Saponara, Everton, Vitale, Hugo,

Spettatori. 29651

Print Friendly, PDF & Email

Translate »