energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Violenza sulle donne, l’incubo continua Società

 

Di violenza si continua a morire, fra le donne italiane. Dal 1995 al 2011, sono state 6.646 le donne di Firenze e provincia che hanno chiesto aiuto al Centro antiviolenza Artemisia, in seguito a violenza subita. Stabilizzato il numero delle richieste di aiuto negli ultimi 3 anni fra le 600 e le 650, l’autore resta per lo più il partner o l’ex-partner, che mantiene un poco invidiabile posto nella classifica nera: 75% dei casi di violenza sono infatti attribuibili a ex-mariti, mariti, ex-amanti o protagonisti di liason.
La fascia d’età più rappresentata fra le donne che hanno subito violenza si colloca fra i 30 e i 49 anni.
Il 62% è di nazionalità italiana le straniere rappresentano il 38%. A rendere noti i dati è stata la stessa associazione Artemisia. Il 25% delle donne che si sono rivolte al Centro, si spiega ancora, ha sporto denuncia, un ''dato molto al sopra della media nazionale, stimata al 7%''. Per quanto riguarda i bambini e le bambine, si stima che nell'anno 2011, rispetto alle donne seguite siano circa 425 i figli/e che hanno assistito alla violenza del padre sulla madre. I bambini presi in carico dall'associazione nel 2011 sono stati 244, la maggior parte a causa dei traumi provocati dall'aver assistito alla violenza e, nel 20% dei casi, in quanto vittime di abuso sessuale. Anche in questi casi l'autore della violenza è principalmente il padre (nel 53,6% dei casi). Artemisia è riuscia a garantire qyest’anno, in collaborazione col Comune di Firenze, un servizio per le emergenze.
Ma si prospettano tempi duri. Commenta la presidente dell’associazione Nicoletta Livi Bacci; ''Tempi difficili a causa della continua riduzione delle risorse a disposizione della nostra associazione che rischia di mettere in seria crisi la sua sopravvivenza''.
 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »