energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Violenza sulle donne: lo sportello Marino lancia la rete di associazioni Società

Prato – E’ il primo atto dello sportello Anna Maria Marino ed è quello fondamentale per la sua missione di aiuto alle persone in difficoltà: la formazione dei volontari. Nato alla fine dell’ottobre scorso come punto di riferimento del territorio per la no profit milanese “Senza Veli sulla Lingua” (SVSL), snodo importante della rete di iniziative sorte in tutta Italia soprattutto per aiutare le donne oggetto di violenza e discriminazione.

Sabato 16 gennaio ore 9.30 presso l’Ex Chiesino San Giovanni Piazza Santa Maria delle Carceri, con il patrocinio del Comune di Prato – viene presentato il corso per i volontari che si articola in quattro incontri in febbraio e in marzo.

“La novità dello Sportello Marino ­– dice Patrizia Scotto di Santolo vicepresidente dello sportello pratese – è che la formazione di volontari è rivolta ad operatori e operatrici di lingua non italiana per agevolare tutte quelle persone che venendo da paesi stranieri, soprattutto dall’Africa mediterranea e sub-sahariana,e dalla Cina, necessitino di informazioni e aiuto”.

La presentazione del corso di formazione è l’occasione per un confronto fra tante componenti della società civile pratese che si sono mobilitati per offrire questo servizio. Il titolo dell’incontro è infatti “Donne che aiutano e donne che si fanno aiutare: le risorse della rete”, e si articola in una serie di interventi da parte di psicologi, psicoterapeuti, mediatori familiari e giuristi introdotti da Anna Edy Pacini, avvocato, presidente dello sportello Marino, che prende il nome dalla sindacalista e partigiana toscana morta nel 2010.

Il corso è stato organizzato in collaborazione con Perfomat salute di Pistoia e Montecatininasce nel 2012 in Toscana come rete di professionisti – counsellor, psicologi, psicoterapeuti e psichiatri – che operano per la promozione della salute psico-fisica relazionale e lavorativa di ogni persona.

Nei loro interventi gli esperti affronteranno tutti gli aspetti della violenza sulle donne e i soggetti più deboli. In particolare, Alessandro Volpi, presidente di Assida, presenterà il progetto “Continua con me” che raggruppa una serie di associazioni, presenterà, sul  bullismo, il cyber-bullismo e la relazione con i genitori.

Lo sportello pratese Anna Maria Marino, primo in Toscana a collaborare con SVSL, è aperto gratuitamente al pubblico il martedì e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18 ed offre una serie di servizi a patto di essere associati, a coloro che desiderano  una consulenza medico, legale, commerciale, di natura psicologica, per intraprendere, così, un percorso di guarigione, di liberazione e autonomia sfuggendo agli abusi e stalking
Nella foto: le promotrici dello sportello Marino nel giorno della costituzione, il 27 ottobre 2015

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »