energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Violenza sulle donne: servizi locali di ascolto e aiuto Notizie dalla toscana

Alla luce dei recenti fatti di cronaca locale e nazionale, che vedono ancora una volta donne vittime di violenza da parte di uomini, il Comune di Pistoia ricorda a tutti i servizi che, a livello comunale e sovracomunale, sono attivi per la difesa e la tutela dei diritti delle donne.  Il Comune  ha istituito un ufficio dedicato alle pari opportunità (contattabile allo 0573/371602 o per mail: e.gori@comune.pistoia.it) che sta programmando la propria attività per la prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Le donne che hanno subito o subiscono violenze o maltrattamenti fisici, psicologici, economici, sessuali o stalking possono rivolgersi al Centro Aiutodonna, chiamando in modo del tutto riservata il numero telefonico 0573/21175 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12,  martedì dalle 15 alle 17. Il servizio, che mette insieme enti, istituzioni, organizzazioni sindacali e associazioni di volontariato, è coordinato dal Comune e opera su tutti gli undici Comuni dell’area pistoiese (Pistoia, Abetone, Agliana, Cutigliano, Marliana, Montale, Piteglio, Quarrata, Sambuca, San Marcello, Serravalle).

Inoltre, nell’area pistoiese, è presente il Centro Antiviolenza LibereTutte di Montecatini Terme, un luogo dove affrontare ed elaborare il trauma della violenza e gli effetti che questa produce.  Il Centro (consultabile al link: www.liberetutte.org – mail: info@liberetutte.org) dispone di un centralino telefonico informativo ed è in grado di fornire consulenza legale, sostegno psicologico e, se necessario, un rifugio temporaneo. Il centralino telefonico di LibereTutte, raggiungibile al numero 340.6850751 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, consente di richiedere informazioni e prenotare un appuntamento per un colloquio.

“La violenza di genere – hanno detto gli assessori alle pari opportunità Daniela Belliti e alle politiche sociali Tina Nuti – si annida spesso all’interno delle mura domestiche, come ci riportano non solo i fatti di cronaca, ma anche i dati statistici a disposizione. Una violenza che è subdola, difficile da affrontare perché nasce nel cuore stesso degli affetti, distruggendoli. E’ dunque ancor più necessario parlare, uscire dall’isolamento e denunciare, ed è per questo che invitiamo le donne a servirsi, in modo del tutto riservato, dei servizi di aiuto ed ascolto messi a loro disposizione”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »