energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Visco contestato all’Università di Firenze Cronaca

Erano davvero studenti, oppure si trattava semplicemente di agitatori? Ad insinuare il dubbio è Alessandro Petretto, docente della Facoltà di Economia dell’Ateneo del capoluogo toscano, nonché assessore al Bilancio del Comune di Firenze. Una protesta davvero troppo vivace degli studenti, infatti, ha letteralmente interrotto la lectio magistralis che il governatore della Banca d’Italia avrebbe dovuto tenere presso il Polo di Scienze Sociali di Novoli (Leggi anche: Venerdì 18 gennaio lectio magistralis di Ignazio Visco all’Università di Firenze). La ripresa dopo la crisi economica, ha appena avuto modo di spiegare Visco, sarà lenta e difficile. Dopo di che, il governatore della Banca d’Italia ha dovuto abbandonare l’aula. Le contestazioni dei manifestanti erano troppe. Inizialmente una trentina di contestatori, appartenenti ai collettivi universitari, si era radunata fuori dalla sede di Scienze Sociali. Alcuni erano entrati nell’edificio ed avevano appeso uno striscione con su scritto “Voi la chiamate crescita, noi sfruttamento. Fuori Bankitalia”. Dopo di che era stata la volta dei volantini contro la presenza di Visco all’Università. Poco prima delle 16.00, però, la situazione è degenerata. I contestatori hanno cercato di irrompere nell’aula dove si stava tenendo la lezione del governatore della Banca d’Italia, e la Digos ha fatto muro. Il rettore, Alberto Tesi, ha anche lasciato l’Aula Magna per parlare con gli studenti dei collettivi, ma alla fine i manifestanti hanno forzato il cordone formato dagli agenti e sono entrati nell’aula, cercando di prendere la parola e chiedendo la sospensione della lezione di Visco. Dopo la contestazione e gli insulti, l’ospite dell’Ateneo fiorentino ha allora deciso di lasciare l’aula. Vi sono stati una decina di minuti di caos, con gli agenti della Digos che cercavano di respingere fuori i contestatori. Gli studenti sono alla fine stati fatti uscire dall’aula, ma la lezione di Visco era a quel punto già terminata. Alcuni di loro hanno denunciato di essere stati colpiti con calci e pugni dagli agenti che li spingevano fuori dall’aula.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »