energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Visioni Off 2012, il cinema italiano tra recuperi e novità Cinema

Tra recuperi e diverse novità, la rassegna, che si terrà dal 2 fino al 23 ottobre tutti i giovedì, presenterà otto film, rigorosamente presentati alla presenza degli autori, di registi poco o per nulla distribuiti in Italia, pur rappresentando opere di qualità, sia da un punto di vista artistico e che per i temi affrontati.

"Il nostro obbiettivo è da sempre quello di mostrare un'altra faccia del cinema nostrano – ha dichiarato Gianna Bandini dell'associazione Anémic – promuovendo quel cinema penalizzato da una cattiva distribuzione nel nostro paese. Quest'anno abbiamo deciso di puntare sui film di genere come la fantascienza e l'horror. “

Gli appuntamenti con Visioni Off saranno otto. "Nonostante la crisi e la difficoltà sempre maggiore di reperire fondi siamo riusciti a crescere e passando dai cinque appuntamenti della prima rassegna agli otto di questa." Si inizia martedì 2 ottobre con la proiezione de "L'arrivo di Wang" pellicola molto particolare che unisce alle atmosfere fantascientifiche il tema molto attuale dell'immigrazione e della paura del terrorismo. Oltre ad uno dei due fratelli Manetti sarà presente anche l'attore Ennio Fantastichini, che interpreta magistralmente il personaggio di Curti nella pellicola.

Tra le opere presentate nella rassegna ci saranno due opere prime, “La patente” di Alessandro Palazzi, incentrato sul tema del precariato nel lavoro, e “Sulla strada di casa” di Emiliano Corapi, che sullo sfondo di un paese in crisi fa vivere un dramma individuale. Saranno proiettati anche due documentari, “Profughi a Cinecittà”, che racconta un aspetto sconosciuto a molti dei famosi studi cinematografici di Roma, e attraverso di esso, racconta la storia d'Italia, e “Silence” del giornalista e regista iraniano Haider Raschid, che racconta sul grande schermo la cultura musicale della Sicilia così in contatto con la musica Africana. Saranno presenti anche opere più drammatiche come “Malediemile” che racconta il problema dell'anoressia senza perdersi in facili patetismi, o “Il Mio Domani” di Marina Spada, pellicola sulla solitudine e sulla difficoltà di instaurare rapporti umani nella società moderna. Infine non mancherà un secondo appuntamento con il cinema di genere con “At the end of te day” di Cosimo Alermà, che gira una pellicola dell'orrore con derivazioni estetiche provenienti dal mondo dei video musicali.

"Poniamo molta attenzione agli incontri con i registi delle pellicole – ha concluso Gianna Bandini – non perché vogliamo obbligare il pubblico ad un confronto, ma perché ci sembra il modo miglior per spingere gli spettatori a fruire dei film e del cinema in modo diverso. Non dobbiamo assorbire bulimicamente ogni pellicola cui ci troviamo di fronte ma assaporarla e analizzarla per poi discuterne. Vogliamo creare un modo più sostenibile di guardare al cinema e alle sue opere. Siamo felici che il nostro pubblico risponda a questi stimoli e si fermi in sala non solo per il dibattito ma anche dopo questo, discutendo tra loro o magari approcciando i registi."

Di seguito trovate il programma della rassegna:

martedì 2 ottobre, ore 21,15
L’ARRIVO DI WANG
dei Manetti Bros. Interverrà il regista  e l’attore Ennio Fantastichini

giovedì 4 ottobre, ore 21,15, LA PATENTE, di Alessandro Palazzi
Interverrà il regista

mercoledì 10 ottobre, ore 21,15
SULLA STRADA DI CASA, di Emiliano Corapi
Interverrà il regista

giovedì 11 ottobre, ore 21,15, MALEDIMIELE, di Marco Pozzi
Interverrà il regista

martedì 16 ottobre, ore 21.15, PROFUGHI A CINECITTA’, di Marco Bertozzi
Interverrà il regista

mercoledì 17 ottobre, ore 21,15, IL MIO DOMANI, di Marina Spada
Interverrà la regista

giovedì 18 ottobre, ore 21,15, SILENCE: ALL ROADS LAD TO MUSIC, di Haider Rashid
Interverrà il regista

martedì 23 ottobre, ore 21,15, AT THE END OF THE DAY, di Cosimo Alemà
Interverrà il regista

Print Friendly, PDF & Email

Translate »