energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Volley femminile: Savino Del Bene batte Monza 3 -1 Sport

Scandicci – Terza giornata di ritorno Samsung Galaxy Cup Serie A1 Femminile di Volley

Savino Del Bene Volley: Carlini, Samadova ne, Bianchini 17, Da Silva 7, Di Iulio 1, Merlo (l), Papa 8, Mancini ne, Haak 12, Arrighetti (k) 4, Bosetti, Ferrara ne, De la Cruz 15.

All. Parisi Ass. Bendandi

Saugella Team Monza: Ortolani (k) 24, Orthmann, Arcangeli (l), Balboni ne, Dixon 4, Devetag 9, Candi, Begic 9, Bonvicini ne, Hancock 5, Havelkova 16, Loda ne, Rastelli ne.

All. Pedulla’ Ass. Parazzoli

Arbitri: Lot – Giardini

Spettatori: 1230

Set: 16 – 25, 25 – 21, 25 – 23, 25 -20.

La Savino Del Bene vince una battaglia sportiva con cuore, grinta e determinazione. La chiave della partita è stata il roster: tutte le giocatrici hanno contribuito a vincere un match che era diventato, dopo il primo set, tutto in salita.

Scandicci inizia il match col sestetto titolare in p1, Monza in p2 confermando la formazione che ha eliminato Scandicci in Coppa Italia. Partenza sottotono della ragazze di Parisi che non riescono a mettere palla a terra, Begic invece non ha problemi: 4 – 0 Monza.

Time-out della Savino Del Bene. Sale in cattedra la regina di Svezia, Haak, parallela e muro vincente. Bellissima fast di capitan Arrighetti: 7 – 7 e contro-break immediato.

Haak in diagonale risponde ad Ortolani 9 – 9. Scandicci continua a sbagliare molto, Monza si riporta avanti di tre punti con Havelkova 17 – 14, autrice di una pipe spettacolare.

Le brianzole continuano con il grande lavoro di muro-difesa, Scandicci non riesce a trovare soluzioni in attacco. Cambio Parisi: esce Bosetti entra Bianchini.

Begic al servizio fa male per due volte: 21 – 14 Monza, in ricezione la Savino Del Bene non va oltre il 20%++. Entra anche Papa per De la Cruz.

Finisce il parziale con un’ ace di Havelkova: 25 – 16.

Inizio di secondo set con Papa al posto di Bosetti, set più equilibrato spezzato da un gran servizio di Havelkova che evidenzia la ricezione non perfetta di Scandicci, 12 – 9 Monza.

Saugella che scappa sul 14 – 9. De la Cruz griffa il 14 – 10, in battuta va Haak e contemporaneamente esce Carlini per Bianchini, ed è quest’ultima protagonista del clamoroso break della Savino Del Bene (6 – 0). Scandicci torna a condurre 16 – 14. In regia coach Parisi si affida a Di Iulio.

Lo stesso Parisi chiude il cambio nel finale: dentro nuovamente Haak e Carlini per Bianchini e Di Iulio. Muro di Arrighetti su Dixon, 23 – 20 Scandicci; subito dopo sbaglia Orthmann il servizio e la Savino Del Bene vince il parziale col punteggio di 25 – 21.

La pantera De la Cruz graffia: 6 punti col 50% in attacco. Monza torna a macinare gioco e punti ad inizio terzo parziale e scappa sul 14 – 9. Parisi si affida nuovamente alle mani di Di Iulio in regia e Bianchini al posto di Haak.

E sull’asse Di Iulio-Bianchini che Scandicci trova il pari, splendido mani-fuori di Bianchini, 18 -18. Si procede punto a punto, errore in ricezione di De la Cruz, 22 – 20 per Monza; altro time-out Parisi. Begic sbaglia l’attacco di seconda ed è nuova parità, 23 – 23.

Bianchini in pallonetto regala il set-point a Scandicci e un grande “Monster-block” della stessa fiorentina su Havelkova, dopo un super salvataggio di Merlo, stende la Saugella con il punteggio di 25 – 23.

Ortolani e Bianchini danno show con pallonetti e diagonali, 4 – 4. Bellissimo primo tempo Di Iulio-Da Silva e nuova parità, 5 – 5.

Le squadre si equivalgono nel gioco e nel punteggio, Ortolani ha qualche colpo in più e grazie alla sua esperienza Monza torna a condurre 15 – 13.

De la Cruz mura Havelkova, nuova parità: 16 – 16. Parisi si affida ad Haak e Carlini per il finale del set mentre il pubblico della Savino Del Bene spinge la squadra con un tifo caldo e incessante.

Haak colpisce forte in diagonale: 20 – 19.  Ancora Haak tornata protagonista nel finale con una diagonale vincente, 23 – 19; Papa è bravissima a chiudere giocando col muro, 25 – 20.

Mvp Bianchini: “Abbiamo giocato la nostra pallavolo senza perdere mai la calma. Sicuramente volevamo rifarci dell’eliminazione in Coppa Italia e questa è stata una grossa motivazione nei finali di set giocati punto a punto. Abbiamo dimostrato cuore e grinta!”

“.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »