energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Volley: finisce il sogno europeo della Savino Del Bene Sport

Scandicci – Al PalaVerde di Villorba va in scena la gara di ritorno dei quarti di finale di CEV Champions League e la Savino Del Bene Scandicci si presenta al cospetto dalla corazzata Conegliano per una sfida che mette in palio il biglietto per le semifinali della massima manifestazione continentale.

Dopo la vittoria 2-3 ottenuta da Conegliano nel match d’andata disputatosi al Palazzetto dello Sport di Scandicci, la Savino Del Bene ha bisogno di un successo per 0-3 o 1-3 per superare il turno, mentre per qualificarsi con una vittoria per 2-3, la squadra di Barbolini dovrà anche aggiudicarsi il golden set.

Per la sfida del PalaVerde, per la sua trentottesima partita in stagione, la Savino Del Bene si presenta con il 6+1 formato da Malinov al palleggio, Stysiak da opposto, Lubian e Popovic da centrali, Vasileva e Courtney in banda e Merlo come libero.

La Conegliano di coach Santarelli risponde invece con Wolosz in diagonale con Egonu, De Kruijf e Folie al centro, Hill e Sylla da schiacciatrici e De Gennaro da libero.

Bello l’avvio di partita da parte della Savino Del Bene, che passa al comando sul 1-4 con Stysiak, Popovic e Lubian protagoniste. La rimonta veneta arriva con il pareggio sul 4-4 firmato da Hill, poi inizia una sfida punto a punto. La Savino Del Bene torna in vantaggio sul 9-10 sfruttando un errore di Egonu, ma la stessa Egonu firma subito il 10-10. Sylla fa +2 (12-10) e Conegliano prova il primo allungo, ma due errori veneti restituiscono la parità alle ragazze di Barbolini (12-12). Conegliano torna avanti di due punti con il 15-13 realizzato da De Kruijf e poi la formazione di Santarelli non molla più il controllo del set. Scandicci infatti si riporta sul -1 con un errore di Hill (17-16), ma poi Conegliano torna ad allungare fino al 20-17. Barbolini chiama il primo time out della gara, ma l’avanzata gialloblu non si arresta e sul 22-18 il tecnico della Savino Del Bene deve ancora arrestare il set. La Savino Del Bene inserisce Pietrini per Vasileva, ma la prima frazione si conclude poco dopo con Egonu ad affondare il colpo del 25-20.

Anche nel secondo set la Savino Del Bene va in vantaggio nelle fasi iniziali (1-3). Il pareggio di Conegliano arriva con il 3-3 di Hill. La stessa Hill segna il +2 (5-3), ma Scandicci prova a rientrare con il 6-5 di Lubian. Sul primo tentativo di allungo veneto Barbolini chiama “tempo”, ma le padrone di casa producono un break di cinque punti consecutivi e volano sul 13-8. Sotto di cinque punti la Savino Del Bene si affida a Vasileva per recuperare e la bulgara firma il -3 con il colpo del 13-10. Hill in pipe e Folie al centro riportano Conegliano sul +5, Scandicci prova prima a rispondere con Vasileva (15-11) e con Stysiak (16-12), ma l’avanzata di Conegliano si arresta solo quando sul 18-12 di Egonu Barbolini chiama un nuovo time out. Sul 18-13 l’allenatore della Savino Del Bene inserisce Pietrini e Bosetti per Vasileva e Courtney, ma addirittura Conegliano arriva sul +6 con il colpo di Hill per il 20-14. Sul 23-16 tornano in campo Vasileva e Courtney, il copione della frazione però non cambia e sul 25-17 di Hill si chiude un altro set in favore di Conegliano.

Nel terzo set la Savino Del Bene si presenta con il 6+1 titolare, ma con Pietrini al posto di Vasileva. Fino al 3-3 le due formazioni vanno “a braccetto”, poi Conegliano preme sul gas e si porta al comando 6-3. Barbolini spende un time out e Courtney, al rientro in campo, guida la riscossa con il punto del 6-4. Egonu è però inarrestabile e piazza a terra il punto del 7-4, poi quello dell’8-5. Il vantaggio di Conegliano diventa di cinque punti (10-5) con la pipe di Hill, subito seguito dal mani out di Stysiak (10-6). Con Stysiak e Pietrini la Savino Del Bene accorcia fino al -2 (10-8), ma in un baleno Conegliano è di nuovo sul +3 con Folie a firmare il 12-9. Il gap si riduce fino al -2 sul 14-12 e la Savino Del Bene è in scia di Conegliano anche sul 16-14. Stysiak è protagonista di due consecutivi che portano la Savino Del Bene fino al 19-18 ed impongono un time out a coach Santarelli. In uscita dalla pausa arrivano i colpi di Folie ed Egonu a rispedire la Savino Del Bene sotto di tre punti. Barbolini risponde con un time out e nello scambio successivo alla pausa arriva una decisione dubbia per gli arbitri, che porta alle proteste e al cartellino giallo in direzione di coach Barbolini. Il set e la gara si chiudono poco più tardi: Stysiak fallisce il servizio e arriva il 25-20 di Conegliano, che vince 3-0 e in seguito al risultato dell’andata si prende la qualificazione alle semifinali di CEV Champions League.

Le parole di coach Barbolini: “Bisogna fare i complimenti a Conegliano perchè ha giocato una partita veramente ottima. Al di là dell’attacco, hanno murato bene, difeso tantissimo e sono state brave a non sbagliare certi momenti. Quindi penso sia una vittoria meritata da parte loro. Da parte nostra dobbiamo capire che contro certe rivali si deve avere l’umiltà di provare a fare le cose semplici: all’andata le avevamo fatte e molto bene, stasera non lo abbiamo fatto. Ovviamente poi quando giochi contro una squadra così forte è ovvio che mettono una pressione con il loro gioco che è normale un risultato così.”

A. Carraro Imoco Volley Conegliano – Savino Del Bene Volley Scandicci 3-0 (25-20, 25-17, 25-20)

A. Carraro Imoco Volley Conegliano: Caravello, Gicquel n.e., Butigan, De Kruijf 8, Folie 8, Omoruyi n.e., De Gennaro (L1), Adams n.e., Gennari, Wolosz 1, Hill 13, Sylla 9, Egonu 16, Fahr (L2) n.e.. All.: Santarelli

Savino Del Bene Scandicci: Stysiak 13, Malinov 2, Popovic 5, Pietrini 3, Merlo (L1), Lubian 3, Carocci (L2) n.e., Cecconello n.e., Samadan n.e., Drewniok n.e., Vasileva 3, Bosetti, Courtney 5, Camera n.e.. All.: Barbolini

Arbitri: Twardowski (POL) – Lecourt (FRA)

Durata: 1h 18′ (23′, 26′, 29′)

Ace: 1-2

Ricezione Pos. (Prf.): 60% – 60% (32% – 35%)

Attacco: 46% – 30%

Muri: 5-3

MVP: Kimberly Hill

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »