energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Volterra perde la corsa di capitale italiana della cultura Cultura, Notizie dalla toscana

Volterra – Delusione in Toscana per la sconfitta di Volterra candidata a capitale della cultura per il 2022. La scelta è caduta su Procida , che ha battuto in finale altre 9 partecipanti: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Taranto, Trapani, Verbania e, appunto, Volterra.

Ma i progetti avviato dalla città proseguiranno. Il presidente della Regione  Toscana Eugenio Giani, ha già annunciato che Volterra sarà la capitale regionale della cultura 2022.

“Ho ben presente l’attenzione e la cura con le quali Volterra si è preparata alla competizione – ha detto Giani – con un programma denso di iniziative di qualità e per questo proporrò di nominare Volterra ‘Città toscana della cultura 2022.’ Sarà un titolo che si ripeterà ogni anno e dal 2023 sarà istituzionalizzato con un iter e una commissione che seguiranno una logica di procedura pari a quella nazionale”.

Quest’anno la procedura l’ha fornita lo Stato, ha proseguito Giani. In lizza c’erano infatti diverse città toscane che si erano candidate ma Volterra è arrivata nella rosa delle dieci finaliste grazie al meccanismo di selezione a livello nazionale . Quindi possiamo dire che Volterra ha le carte in regola per essere città toscana della cultura 2022.

Tutte le iniziative in programma saranno realizzate cercando una funzionale collaborazione tra pubblico e privato, una sinergia che renderà l’antica capitale etrusca giustamente valorizzata cosicché possa rifulgere in tutta la sua bellezza e la sua ricchezza di offerta culturale”.

“Dispiace per il progetto Volterra capitale della cultura 2020 che anche noi abbiamo sostenuto, ma siamo certi che si potranno aprire altre opportunità e che si possa andare avanti nella valorizzazione della Toscana e dell’Italia dei borghi. Non a caso il nostro presidente regionale, Eugenio Giani, ha già annunciato che Volterra sarà la capitale regionale della cultura 2022”.

Francesco Guarguaglini, sindaco di Radicondoli, commenta così la mancata vittoria del progetto di Volterra, su una rosa di dieci città, a favore di Procida, che sarà la capitale regionale della cultura per il 2022.

“L’annuncio di Giani è già un riconoscimento ed un proseguimento per lo sviluppo di tutta la Toscana dei borghi, progettualità che tra l’altro è già nel programma del governatore regionale – fa notare Guarguaglini – E’ questa Toscana, resiliente, che sa costruire relazioni, forte del suo senso di comunità e della sua capacità di costruire e andare avanti, a cui guardare anche per trovare spazi di un turismo sostenibile post Covid. E di cui noi ci sentiamo pienamente protagonisti”.

“Il progetto Volterra 2020 ha saputo sviluppare un lavoro di relazione e di progettazione davvero importante di rigenerazione sociale e innovazione culturale – fa notare Guarguaglini – Ringrazio il sindaco Giacomo Santi tutte le donne e gli uomini, molti giovanissimi, che in questi mesi si sono spesi e impegnati per costruire il progetto. Sono certo che sapremo valorizzare questo patrimonio di idee e relazioni per continuare a valorizzare Volterra e tutta la realtà che la circonda”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »