energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Voto alle “oche” nella città del Palio Notizie dalla toscana

La Costituzione vieta espressamente ogni distinzione sessista. Così il giudice Stefano Caramellino del Tribunale di Siena ha deciso di dare ragione alle “oche” senesi. Per contrastare la secolare tradizione per la quale le donne non votavano nelle assemblee interne, 30 donne della contrada dell’Oca avevano presentato ricorso contro i loro stessi contradaioli. Il giudice senese, però, ha deciso ieri, 8 marzo, che le pretese delle 30 donne dell’Oca erano fondate. Per il diritto di voto delle sue stesse contrada iole si era battuta anche la cantante Gianna Nannini e l’assemblea della contrada stessa aveva loro riconosciuto il voto nella riunione del 5 dicembre 2011. La decisione del giudice della città del Palio di ieri, festa della donna, suggella però in modo significativo la significativa vittoria delle donne dell’Oca. La contrada aveva anche sanzionato le donne “ribelli”, ma il giudice ha condannato l’Oca al pagamento di 21.000 euro di spese processuali.

Foto: http://www.dierremag.com
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »