energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Zone alluvionate: 121 interventi già partiti Cronaca

Se per alcune opere sorgessero difficoltà, i sindaci dovranno segnalarlo alla Regione. Così sarà possibile evitare commissariamenti e ritardi. Lo ha spiegato oggi, mercoledì 12 dicembre, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, facendo il punto, assieme all’assessore regionale all’Ambiente, Anna Rita Bramerini, degli interventi da effettuare nelle zone colpite dalle alluvioni del mese di novembre. In totale le opere previste per le arre alluvionate fra l’11 ed il 12 novembre sono 295, dei quali 121 sono già partite, 128 prenderanno avvio entro febbraio, e 46 entro la fine di marzo. «A un mese esatto dagli eventi quasi il 40% delle opere sono partite, tutte le altre lo saranno nei primissimi mesi del 2013», ha precisato il Governatore. Nel Grossetano gli interventi iniziati sono 109 su 234 e costeranno 15.000.000 di euro, a fronte di 52.300.000 euro stanziati in totale per la provincia di Grosseto. Entro febbraio dovrebbero partire altri 107 interventi (23.200.000 euro) ed entro marzo le restanti 18 opere (14.400.000 euro). In provincia di Massa-Carrara, invece, con circa 8.000.000 dei 24.200.000 euro stanziati, sono partiti 9 dei 30 interventi previsti. Entro febbraio ne inizieranno altri 6 (3.500.000 euro) ed entro marzo i restanti 15 (12.800.000 euro). In provincia di Lucca gli interventi iniziati sono 3 sugli 11 previsti ed a Siena 2 su 9. Nel Pistoiese gli interventi previsti partiranno a febbraio, mentre nell’Aretino e nel Pisano entro marzo. Per lo più, si tratta di ripristinare le viabilità interrotte, ricostruire argini di fiumi e ponti, sistemare i reticoli idraulici e mettere in sicurezza le zone a maggior pericolo idrogeologico.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »