energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Zone alluvionate: switch off in Lunigiana e polemiche all’isola d’Elba Notizie dalla toscana

Era oggi, 12 novembre, il giorno del passaggio al digitale terrestre in Lunigiana. Lo switch off era stato previsto entro il 7 novembre, ma l’alluvione causata dall’esondazione del Magra aveva fatto rimandare l’addio al vecchio segnale analogico. Al digitale terrestre dovevano passare oggi i Comuni di Licciana Nardi e Comano. Oreste Giurlani, presidente di Unione Comuni ed Enti Montani della Toscana (Uncem Toscana), ha però lamentato il mancato preavviso dello switch off, dato che la notizia è arrivata a cose fatte. Per tutto il fine settimana, quindi, COmano e Licciano Nardi continueranno a ricevere anche il segnale analogico. Aulla rimarrà isola analogica fino al 17 novembre, giorno in cui dovrebbe essere avviato lo switch off anche nella cittadina devastata dal fango. Per l’altra zona della Toscana colpita dall’alluvione, invece, i problemi non sono legati al digitale terrestre. «Per l’alluvione del 2002, che aveva sconvolto l’Elba, erano stati stanziati 92 milioni di euro. Solo per Campo nell’Elba 20 milioni. Di questi, 3 milioni sono arrivati dalla Regione e dal Governo e 700.000 euro dal Ministero», ha dichiarato Sandra Maltinti, dell’ufficio tecnico del Comune di Campo nell’Elba. Durante il vertice tenutosi ieri, 11 novembre, presso il Municipio del Comune elbano, il sindaco Vanno Segnini ha ricordato, alla presenza del prefetto di Livorno, Domenico Mannino, che la messa in sicurezza del territorio non è stata possibile a causa dei mancati finanziamenti al Comune: 16,3 milioni di euro in meno di quelli previsti.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »